rotate-mobile
Lunedì, 3 Ottobre 2022
Cronache marziane

Opinioni

Cronache marziane

A cura di Rossella Lamina

David Bowie: il viaggio interstellare di un vero artista

Ore 81.47 - atterrata l’astronave Lazarus.
Provenienza: Sistema di Sol/Via Lattea.
Equipaggio: 1 unità, identificata come “Bowie, David”.
Avviata procedura di acclimatazione e preparativi di  accoglienza.

Ci ha riservato l’ultimo colpo di scena andandosene  a pochi giorni  dal suo ultimo compleanno, data in cui aveva deciso di regalarci Blackstar, uno degli album più intensi, sperimentali e cupi di tutta la sua carriera. Il vuoto lasciato da David Bowie non verrà colmato.

Ore 97.13 - Il soggetto, superate normalmente le prime fasi adattative, appare vigile ed in grado di comunicare. È  stato dunque dato luogo a protocollo 347/C e sottoposto relativo modulo con opzioni  di trasmutazione.

Se c’è stato un artista a cavallo di questi ultimi due secoli che ha saputo evolversi incessantemente, mettendosi alla prova in territori e linguaggi differenti – dalla musica alla pittura, dal cinema al teatro – ma sempre mantenendo la profonda integrità di chi mai si adagia sui risultati raggiunti, questo è stato sicuramente David Bowie. In buona sostanza, è stato ciò che un vero artista dovrebbe essere.

Ore 21.05 - Approntata cerimonia di trasmutazione. il soggetto ha rilasciato la seguente dichiarazione:
“Look up here, I’m in heaven
I’ve got scars that can’t be seen
I’ve got drama, can’t be stolen
Everybody knows me now….”

Troppo colto per il rock’n’roll, troppo straniante e difficile da incasellare per tanta critica; profondo conoscitore delle logiche dei media, Bowie ne ha spesso usato la dirompente capacità di produrre menzogna riuscendo a capovolgerla a suo vantaggio, in una battaglia creativa in cui tante ne ha prese, ma tante ne ha anche date…

Ore 81.16 – Trasmutazione compiuta. Soggetto reso abile a nuovo viaggio interstellare.
Al brindisi di saluto ha affermato:
“Strange fascination, fascinating me
Changes are taking the pace I'm going thru…”

É caduto 69 anni fa su questa terra e ci siamo illusi che ci avrebbe accompagnato ancora a lungo, puntellando le nostre vite con ricorrenti iniezioni di ispirazione. E invece stiamo qui, come dei pugili suonati, a cercare di accettare che sia accaduto veramente …

11/01/2016

…'Cause I'd rather stay here with all the madmen
Than perish with the sad men roaming free
And I'd rather play here with all the madmen
For I'm quite content they're all as sane as me…

Si parla di

David Bowie: il viaggio interstellare di un vero artista

Today è in caricamento