Mercoledì, 24 Febbraio 2021
Curarsi mangiando

Curarsi mangiando

A cura di Francesco Garritano

Colazione in vacanza, quali cibi scegliere per placare la fame

La colazione, che secondo la Dieta GIFT dovrebbe rappresentare il pasto più importante della giornata, spesso è trascurata o fatta male dagli italiani, che però fuori dalle mura domestiche scelgono la colazione internazionale, mangiando anche del salato. Ma allora perché non farlo tutti i giorni?

La colazione, il pasto più importante della giornata

Il concetto della colazione è quello su cui insisto maggiormente durante l’anamnesi con i miei pazienti, perché 1 su 3 la salta o beve solo un caffè. Questo pasto, invece, deve essere quello che apporta maggiore energia all’organismo, poiché è il momento della giornata in cui anche il corpo è maggiormente predisposto a bruciarne, inoltre, ci consente maggiore stimolazione metabolica.

Colazioni del mondo

Ma quali sono le differenze fra le colazioni del mondo e quale, invece, sembra essere la più adatta? Ogni popolo ha delle tradizioni e delle abitudini, che porta avanti con la convinzione che quella sia la scelta migliore.

Gli italiani, ad esempio, hanno da sempre preferito una colazione dolce, che sia cappuccino e brioche oppure latte o caffè, biscotti, fette biscottate e marmellata. È costituita per lo più da carboidrati, maggiormente raffinati, non esiste frutta se non ogni tanto un succo (ricco di zuccheri) o una spremuta d’arancia (molto meglio). Questo tipo di colazione non è perfetta, mancano fibre e proteine e soprattutto costituisce un gran carico per il pancreas, che è costretto a secernere insulina. Non dimentichiamoci, inoltre, che il cornetto ed i biscotti, oltre che contenere zuccheri, sono fonti di acidi grassi saturi ed anche acidi grassi idrogenati che aumentano il rischio aterosclerotico. Perché se ci vogliamo così bene non cominciamo a variare le nostre abitudini a tavola?

In America, invece, la colazione è prettamente liquida, costituita da un caffè lungo, da un succo di frutta o da un the (ovviamente non l’infuso), talvolta accompagnati da un pezzo di torta, da una ciambella o da pane e burro; altri americani, invece, prediligono la colazione salata con toast e prosciutto. Cosa c’è di sbagliato?  Nel tipo di colazione dolce tutto, sono tutti zuccheri, per cui non è per niente nutriente, rispetto alla seconda che se fosse preparata con toast integrale, già andrebbe molto, ma molto meglio.

In Inghilterra, invece, dove regna la colazione “bacon and eggs” questi sono gli ingredienti principali, uova e pancetta, ma vi sono anche altre alternative come brioche salate e wurstel. Beh, si è proprio quella che ritroviamo negli hotel ma non completamente. È una delle colazioni migliori rispetto alle altre, ma anche qui andrebbero apportate delle modifiche, perché si abbonda con il sale e con prodotti di scarsa qualità come i wurstel.

La colazione migliore si fa in vacanza

Descritti i diversi tipi di colazione, bisognerà capire quindi come dovrebbe essere la colazione perfetta che ci consente di attivare il nostro metabolismo di apportare le sostanze nutritive di cui abbiamo bisogno. Innanzitutto, le fibre dovranno essere presenti e si inizierà proprio da quelle presenti in frutta e verdura fresca: mangiare una macedonia di frutta prima di iniziare la colazione rallenta l’assorbimento degli zuccheri nel sangue, aiutandoci a mantenere la calma insulinica; inoltre, è indispensabile scegliere sempre una fonte liquida che potrà essere assunta insieme ai carboidrati integrali ed alle proteine.

È fondamentale introdurre sia cibi solidi che liquidi a colazione, infatti, il latte vegetale o la tisana che beviamo attiva la funzionalità gastrica, mentre il cibo solido stimola la contrazione della cistifellea che si svuota, secernendo la bile che servirà nella digestione, rendendomigliore il processo digestivo nel corso della giornata e non facendo accumulare troppa bile nella colecisti, che potrebbe causare la comparsa di calcoli.

Fra i carboidrati integrali si potranno scegliere fette biscottate, gallette di cereali, piadine, fiocchi di riso o di avena, oppure altri cereali, mentre fra le proteine si potranno mangiare le uova, la ricotta, il prosciutto crudo, il tonno, il salmone, la frutta secca, alimenti di qualità in grado di placare il senso di fame. Quali sono gli esempi di colazione che faccio sempre, utili anche quando siamo fuori casa?

- Macedonia di frutta fresca, piadina con prosciutto crudo e latte di cocco

- Frullato di banana e mela, crêpes con marmellata ai frutti di bosco, latte vegetale con caffè

- Insalata mista di verdure con tonno, crostini di pane e the verde

- Macedonia di frutta fresca con mandorle e noci, fette biscottate con marmellata, tisana allo zenzero

Poiché sia quando siamo in vacanza sia quando siamo a casa disponiamo di questi pochi ingredienti, consiglierei di approcciarvi gradualmente ad una colazione da re, in modo da soddisfare le richieste energetiche e nutritive del nostro organismo. I primi giorni sarà dura mangiare tutto se siamo abituati ad un solo caffè, ma man mano vi sveglierete con il pensiero di dover fare una bella e ricca colazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

Colazione in vacanza, quali cibi scegliere per placare la fame

Today è in caricamento