Delirio di vita

Delirio di vita

Quando la notizia di avere un tumore destabilizza il matrimonio

Più e più volte nei miei articoli ho voluto affrontare questo argomento. Non per essere monotona, ma per dare sempre più chiarezza.

È fuori di dubbio che, se questo succede, è perché le cose non andavano già da prima e che si era entrati in una routine, in una consuetudine dove la paura e la vigliaccheria di dare un cambiamento, facevano da padroni.

Chiara mi scrive “Lucilla, aiutami, da dopo il tumore mi sento cambiata, diversa. Ho voglia di vivere una vita che fino ad ora non ho vissuto e per farlo voglio lasciare mio marito che so di non amare più ma al quale voglio molto bene. Solo che mi sento in colpa. Mi fa pena. Mi sento che, per la mia felicità, creerei la sua sofferenza.” E come lei, tante, tantissime altre.

Purtroppo il discorso parte da molto prima e il tumore in questo caso è stata la goccia. La paura di morire fa scattare dei meccanismi di protezione naturali ovviamente. Ma, sicure che la vostra felicità, la vostra realizzazione ora si possa compiere solo lasciando vostro marito? E, allora, perché non lo avete fatto prima? Perché aspettare di avere uno shock emotivo così forte per prendere una decisione che rivoluzionerà per sempre la vostra vita e quella di chi vi sta accanto?

Riflettete bene. Fermatevi. Non agite di impulso. Poi non potete tornare indietro perché le persone non sono oggetti e voi non siete bambine viziate che vi nascondete dietro la malattia per ottenere quello che volete. Chiaro?

Al momento che siete convinte delle vostre decisioni, non venite certo da me a chiedere consiglio, ma le fate e basta.

Proprio per esperienza personale ve lo dico. Io per prima, più e più volte, mi sono chiesta perché ho dovuto aspettare che mi arrivasse un tumore (anzi due) per cambiare la mia vita. Perché non sono stata capace di farlo prima. Perché ho smesso di amare me stessa dando le priorità ad altro. Molto probabilmente se avessi continuato ad avere i miei spazi, a ritagliarmi quegli angoli d’amore per me stessa, chissà, forse anche il mio ex marito mi avrebbe amata in maniera diversa e forse non mi sarebbe neanche arrivata la malattia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mi raccomando, riflettete bene. Ad ogni azione, una reazione. Dopo… vietato tornare indietro.

Delirio di vita

Tre anni fa ho avuto due tumori al seno destro. Lo stop della vita al momento della diagnosi e l’inizio della mia rivoluzione, del mio “delirio”. Lascio con coraggio e dolore un matrimonio infelice perché completamente abbandonata a me stessa da sempre. Inizio a scrivere la mia storia ”romanzata” dove la protagonista, Lavinia, affronta la malattia riponendo in maniera ossessiva e passionale nel suo radioterapista la speranza della salvezza da essa. Mi sono rialzata con forza e ogni giorno lo faccio, grazie anche ai miei tre figli che mi sostengono. Scrivere è la mia medicina. Dopo il successo dell’articolo di Roberta Marchetti sul mio libro, sulla mia storia, dopo tutti i vostri commenti, la redazione mi ha proposto di aprire questo blog per dare voce a questo “delirio” che da oggi vorrei fosse anche il vostro. Il nostro. Perché insieme, uniti si combatte meglio e perché fino ad oggi si è taciuto fin troppo. Urlate più forte che potete. Gridate il vostro dolore e la vostra forza. Non siete più soli. Siamo una famiglia. Scrivete le vostre esperienze senza veli. Qualcuno risponderà, sempre pronto a sostenervi. Io per prima. E saremo più forti.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento