Giovedì, 25 Febbraio 2021
Digital Italia

Digital Italia

A cura di Gabriele Ferrieri

ANGI: innovazione e startup per il rilancio del Paese all’insegna della sostenibilità

Vicini alla conclusione del 2020, ci si appresta a fare un bilancio della situazione economico e sociale del Paese. L’Italia ha vissuto momenti di particolare sofferenza sia per l’emergenza sanitaria che per la conseguente crisi economica dovuta alle restrizioni per la lotta al covid19. Allo stesso tempo la pandemia ha mostrato le tante lacune del nostro ecosistema Paese sia in termini di divario digitale rispetto agli altri stati membri della Ue sia di arretratezza delle infrastrutture e dei servizi della pubblica amministrazione.

Per il rilancio del Paese sarà necessario portare avanti un processo di rinnovamento all’insegna dell’innovazione e delle startup come volano per la ripresa in cui mettere al centro una vera e propria rivoluzione digitale passando per le giovani generazioni, motore trainante del futuro dell’Italia.

Il governo è al lavoro per varare la manovra 2021, tra le misure previste il cosiddetto kit digitalizzazione, che prevede tra le altre cose la dotazione di un cellulare gratis per un anno alle famiglie con redditi più bassi, lo stop all’Iva sui vaccini e una nuova cassa integrazione per le partite Iva iscritte alla gestione separata. Ma la vera sfida sarà sulle linee guida del Recovery Fund, snodo fondamentale per programmare la spesa dei 209 miliardi di euro di cui l’Italia è beneficiaria proprio per attuare quelle riforme strutturali per puntare a rendere il Paese più innovativo, più inclusivo e votato al digitale.

Nel frattempo, buone notizie arrivano dal nuovo Fondo per l’innovazione tecnologica e la digitalizzazione voluto e gestito dalla ministra Paola Pisano. 43 milioni sui 50 milioni complessivi disponibili saranno messi a disposizione dei Comuni e finalizzati alla trasformazione digitale di questi Enti affinché possa essere sostenuto il lavoro di quanti, in diretto contatto con aziende e cittadini, rappresentano il terminale della macchina burocratica della Pubblica Amministrazione.

Per il 2021 tra gli attori in prima linea per portare il proprio contributo e affrontare da protagonista l’anno che verrà, l’Associazione Nazionale Giovani Innovatori – ANGI punto di riferimento dell’ecosistema innovazione italiano e tra le realtà più rappresentative dell’ecosistema startup. Importanti le progettualità avviate sia con le istituzioni che con il decisore pubblico, così come con il mondo delle imprese all’insegna dell’open innovation per investire sulle nuove tecnologie e i giovani talenti. Una rete quella dell’ANGI unica sul territorio italiano con il suo dream team di giovani innovatori.

Per il 2021 l’obiettivo sarà pertanto quello di non sbagliare l’importante passo che l’Italia è chiamata a compiere nella delicata transizione verso la trasformazione tecnologica e digitale della pubblica amministrazione, così come in quelle riforme strutturali a sostegno del comparto delle imprese. Una sfida importante che l’Italia può vincere proiettandosi verso il futuro.

Si parla di

ANGI: innovazione e startup per il rilancio del Paese all’insegna della sostenibilità

Today è in caricamento