Giovedì, 25 Febbraio 2021
Digital Italia

Digital Italia

A cura di Gabriele Ferrieri

Rapporto Mise, startup innovative: tutti i dati tra crescita e nuove opportunità

Il consueto rapporto trimestrale elaborato dal Ministero dello Sviluppo Economico evidenzia la popolazione delle imprese innovative alla data del 1° gennaio a quota 11.899 unità, numero che equivale al 3,2% di tutte le società di capitali di recente costituzione e ancora in stato attivo, e in diminuzione dell'1,4%) rispetto al trimestre precedente.

La Lombardia ospita oltre un quarto di tutte le startup censite (3.218, il 27% per la precisione) e la sola provincia di Milano il 19,2%: superano quota mille solo il Lazio (in gran parte localizzate a Roma) e la Campania, rispettivamente con 1.383 e 1.053 imprese. In fondo alla classifica figurano nell'ordine Basilicata (con 108 imprese), Molise (75) e Valle d'Aosta (22).

Gli indicatori economici e finanziari, non ci sono come detto grandi differenze rispetto al recente passato. Il valore della produzione medio per impresa nell'esercizio considerato è di circa 184mila euro ed è in calo di oltre 16mila se confrontato al trimestre precedente mentre il fatturato complessivo ammonta a circa 1,4 miliardi, anch'esso in diminuzione.

Dati che si spiegano sostanzialmente con lo stato embrionale di sviluppo in cui si trova la maggioranza delle startup registrate. Il 52,6% delle imprese, infine, presenta bilanci in perdita. Percentuale che non preoccupa più di tanto gli esperti, dato che la risposta è stata comunque molto flessibile rispetto a quelli che sono stati i cambiamenti del mercato dovuto alla crisi pandemica e conseguentemente economica per via delle restrizioni necessarie dovute alla lotta al covid19.

Per quanto riguarda la distribuzione per settori di attività è predominante il campo dei servizi alle imprese, e di queste più di un terzo sono impegnate nella produzione di software e consulenza informatica, mentre il 17,2% opera nel manifatturiero. Pur mancando ancora i dati sul numero dei dipendenti complessivi occupati nelle 12mila startup censite, è possibile mappare la popolazione dei soci: in totale parliamo di oltre 56mila soggetti, circa 300 in più rispetto al trimestre precedente e presumibilmente tutti o quasi coinvolti direttamente nell'attività d'impresa. In media ciascuna startup ha 4,8 soci, contro i 2 riscontrati tra le altre nuove imprese di capitali.

In conclusione, in vista anche dei fondi del recovery fund, ci potranno essere fondi importanti per il sostegno al rilancio sia del mondo startup che alla valorizzazione dell’ecosistema innovazione mettendo al centro le giovani generazioni. Un opportunità importantissima per l’Italia, assolutamente da non perdere.

Si parla di

Rapporto Mise, startup innovative: tutti i dati tra crescita e nuove opportunità

Today è in caricamento