LibeRIscatti

LibeRIscatti

A Bari la città si costruisce dal basso

Troppo spesso, le pagine dei quotidiani ci hanno abituato a notizie che hanno per protagonisti politici e funzionari corrotti, che hanno pensato di avere il diritto di appropriarsi della “cosa pubblica”, alla faccia di contribuenti, lavoratori e cittadini onesti. In un contesto regionale e nazionale segnato da scandali, criminalità e corruzione, nasce l’esigenza di rimuovere le disuguaglianze che crescono ogni giorno e  colmare un gap di comunicazione e di confronto tra gli amministratori locali e i cittadini e tra i cittadini stessi e le associazioni presenti sul territorio.

Proprio per rendere le amministrazione pubbliche più trasparenti e migliorare il rapporto con la cittadinanza nasce  il progetto “Il diritto di cambiare dal basso”, finanziato dalla Regione Puglia attraverso il programma Puglia Capitale Sociale. Il progetto  ha l’obiettivo di promuovere, negli ambiti territoriali di Bari, Lecce e Taranto, i valori della cittadinanza attiva e della partecipazione alla vita pubblica attraverso il protagonismo dei giovani e il rafforzamento del loro ruolo nella società. 

Il progetto è portato avanti da un Comitato Locale formato da diverse associazioni: Gruppo Locale di Lecce per ActionAid, ActionAid International Italia Onlus, Gruppo Locale di San Marzano di San Giuseppe per ActionAid, Link Lecce, Officine Cantelmo, Link Taranto, Arci – Comitato territoriale di Taranto, Link Bari, Mutua Studentesca Bari, AKu Bari

Dal mese di ottobre, i giovani cittadini sono stati invitati a prendere parte a momenti formativi sui temi della responsabilità, trasparenza e partecipazione declinati a livello locale. Nei successivi incontri di programmazione, è stato scelto, fra le varie esigenze emerse dalla comunità cittadina, il tema della rigenerazione delle piazze, in particolare di Piazza Umberto e Piazza Cesare Battisti. I partecipanti hanno così elaborato un questionario per i concittadini, in modo da raccogliere commenti e idee per il cambiamento. Il percorso partecipato, che unisce cittadini, istituzioni e associazioni nell’impegno concreto di riqualificare questa parte della città prende il nome di #lapiazzachevorrei.

Con il tempo, Piazza Umberto e Piazza Cesare Battisti si sono progressivamente svuotate. La “movida” , i locali e i negozi si sono spostati verso il centro, rendendo le due piazze dei luoghi meramente di passaggio abbandonati a se stessi e alla criminalità. L’obiettivo di #lapiazzachevorrei è quello di restituire dignità alle piazze, trasformandole in luoghi culturali, di divertimento e d’interesse della città di Bari, attraverso manifestazioni ed eventi con associazioni, comunità di migranti, istituzioni comunali ed universitarie.

Mercoledì 8 aprile, presso l’ex palazzo delle poste in Piazza Cesare Battisti, i cittadini si sono dunque trovati a tu per tu con rappresentanti del Comune, insieme per discutere del futuro delle due piazze baresi da restituire alla cittadinanza. 

La riappropriazione degli spazi della città, infatti, costituisce il modo più efficace per rispondere ai problemi di insicurezza e degrado avvertiti dai cittadini e per ricucire quel rapporto di fiducia fra cittadinanza e istituzioni, alla base di ogni Stato funzionante.

action aid 2-2-2

Cittadini e istituzioni al lavoro durante il laboratorio dell’8 aprile

LibeRIscatti

Fotografie dell'Italia, con i suoi problemi e criticità ma soprattutto con la sua voglia di cambiamento. Realtà, volti e persone prendono forma attraverso le storie di ActionAid, organizzazione internazionale che da oltre 40 anni lavora per sconfiggere povertà e ingiustizia sociale in Italia e nel mondo

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
Today è in caricamento