Mercoledì, 25 Novembre 2020
LibeRIscatti

LibeRIscatti

A cura di Action Aid

Agenti 0011 al lavoro: idee e proposte per città più sostenibili e inclusive

Febbraio e marzo sono stati due mesi molto intensi per gli studenti di “Agente 0011 – Licenza di salvare il pianeta”, progetto co-finanziato dall’AICS – Agenzia Italiana della Cooperazione allo Sviluppo nell’ambito del bando Educazione alla Cittadinanza Globale 2016 e implementato sul territorio nazionale da ActionAid, Amref, Asvis, Cesvi, CittadinanzAttiva, La Fabbrica e Vis, con l’obiettivo di sensibilizzare e promuovere la comprensione critica e la mobilitazione della società civile sui temi dell’Agenda 2030 e degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile(SDGs).

Da Roma a Siracusa, passando per Napoli, gli Agenti speciali hanno realizzato insieme ad ActionAiddei laboratori di comunità con l’obiettivo distimolare il dialogo tra cittadini e amministrazione locale, riflettendo sulle problematiche del territorio ed elaborando proposte per un suo miglioramento.  A partire da analisi, mappature dei servizi e dei luoghi significativi dei quartieri e sondaggi somministrati alla cittadinanza, gli studenti hanno individuato delle problematiche chiave da affrontare per rendere la propria città più inclusiva e sostenibile. Proprio queste tematiche, sono state al centro dei tavoli di confronto organizzati dai ragazzi nel quadro dei laboratori di comunità.

Tante le idee e i progetti messi in cantiere dopo questa esperienza. A Roma, gli studenti del Liceo Amaldi hanno organizzato insieme ad ActionAid, all’Associazione culturale “El Chentro”, al Centro Antiviolenza Marie Anne Erize, al CAS Grotte Celoni, all’Associazione Eutopia, all’I.C. San Biagio Platani e l’I.C. Via Acquaroni, l’evento “Tempo di cambiamento”, durante il quale si sono svolti  4 tavoli di confronto sui temi dell’ambiente, dei giovani, della criminalità e dell’inclusione. Fra le varie idee emerse: la possibilità di dedicare delle ore dell’alternanza scuola-lavoro alla realizzazione di laboratori nelle scuole sui temi del rispetto dell’ambiente e organizzare, in rete con le altre associazioni del territorio, delle giornate di pulizia del quartiere; potenziare le attività di doposcuola; organizzare dei corsi di cucina multietnica per favorire l’integrazione nel quartiere; creare un meccanismo di scambio e riutilizzo di materiali e libri scolastici.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A Napoli, invece, ActionAid insieme all’Associazione Archintorno, all’Università L’Orientale di Napoli e agli studenti dell’ITIS Leonardo da Vinci protagonisti del progetto, ha organizzato l’evento “Napoli partecipa!” che ha portato all’emersione di priorità negli ambiti della mobilità sostenibile, dell’integrazione e degli spazi per giovani. Si è deciso di incentivare l’utilizzo della bici fra gli studenti organizzando, ad esempio, una massa critica di ragazzi che si dirige in bici da casa a scuola in giorni prestabiliti con un percorso concordato, inserendo l’iniziativa in un più ampio progetto di sensibilizzazione della cittadinanza e delle istituzioni sull’incremento dell’utilizzo della bici. Una app o un libro interattivo per la condivisione di storie di migranti  e la rigenerazione di spazi urbani, come quello di Piazza Nazionale, sono solo alcune delle altre proposte fatte dai partecipanti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A Siracusa, invece, i laboratori organizzati dagli studenti e dai docenti degli Istituti Alessandro Rizza e Filadelfo Insolera, dal Gruppo Locale di Siracusa per ActionAid e da ImpactHub Siracusa,si sono focalizzati sui temi della sostenibilità ambientale, dei diritti delle donne, dell’innovazione, della legalità e dell’inclusione. Fra le proposte: rendere lo “Spazio giovani” di Siracusa un luogo in cui organizzare eventi e formazioni sul tema del femminismo e, allo stesso tempo, prevedere delle azioni che lo rendano un luogo adatto anche ad ospitare le mamme che lo frequentano (intrattenimento per bambini, attrezzature ecc…); attività ludico- ricreative di decostruzione degli stereotipi, che favoriscano la conoscenza e  l’interazione fra le persone; corsi di lingua fra pari per migliorare l’integrazione dei migranti; co-gestione fra studenti, insegnanti e associazioni dello “Spazio giovani”; iniziative contro lo spreco alimentare e organizzazione di GAS – Gruppo d’acquisto solidale; realizzare nello “Spazio giovani” dei laboratori sul tema della legalità per sensibilizzare sul  rispetto delle regole del vivere democratico. Tante idee e progetti bollono in pentola e gli Agenti 0011 sono ancora a lavoro per vederli realizzati, grazie al contributo di cittadini, associazioni e istituzioni del territorio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si parla di

Agenti 0011 al lavoro: idee e proposte per città più sostenibili e inclusive

Today è in caricamento