Mercoledì, 12 Maggio 2021
LibeRIscatti

LibeRIscatti

A cura di Action Aid

Satyavathi, donna coraggiosa che ha deciso di dare un nuovo futuro agli abitanti del suo villaggio

Foto di Eshwarappa Madivali

La casa di Satyavathi è fatta di paglia e legno: la nuova, più solida e in cemento, è in costruzione ma i soldi a disposizione sono finiti e i lavori sono stati bloccati. Satyavathi ha cinquant’anni è vedova e con i suoi due figli maschi e una femmina, vive nel villaggio di Allur. Appartiene agli Yanadi, una fra le comunità tribali più povere dell’India. Ha lo sguardo fiero e tenace, di chi non si rassegna ad una società che costringe lei come tante altre donne a vivere senza diritti. 

L’India è la democrazia più grande al mondo e un attore politico ed economico molto rilevante sul piano regionale e internazionale. Con un PIL di circa 1,995 triliardi, è una delle economie più forti a livello mondiale. Nonostante questo, circa il 32% della popolazione indiana vive al di sotto della soglia di povertà.

Satyavathi è Presidente di una cooperativa di cento cinquanta persone che ogni giorno si occupa di fornire mezzi e risorse alla sua comunità. Nata con il supporto di ActionAid, la cooperativa permette alle donne del villaggio di vendere al mercato i prodotti ittici pescati dai propri mariti e di trarne il guadagno necessario per vivere, indipendentemente dai fondi del governo: in una situazione in cui non c’è nessuno pronto ad aiutarti, l’unica via possibile è, infatti, quella di farlo da soli, contando esclusivamente sulle proprie forze. 

Foto 1_Satyavathi  (Madivali)-2

Foto di Eshwarappa Madivali

Si commuove, Satyavathi, mentre ci racconta delle difficili e ingiuste condizioni nelle quali sono costrette a vivere numerose famiglie Yanadi: sotto il giogo dei proprietari terrieri che ostacolano la loro emancipazione per paura di perdere forza lavoro gratuita, queste persone non hanno cibo, acqua e soldi sufficienti da poter utilizzare per poter mandare a scuola i propri figli o per curarli quando si ammalano esponendoli, quindi, al rischio di morte precoce. In India le donne producono l’80% dei raccolti ma possiedono solo l’1% delle terre, non avendo così controllo sulle risorse e sul reddito che generano, ricevono paghe minime e sono spesso vittime di violenze ed abusi sul luogo di lavoro.

Di fronte a tutto questo, Satyavathi ha alzato la testa e con la forza di una donna che vuole vincere una battaglia che sembra impossibile ha fondato la sua cooperativa. Ci racconta che i guadagni sono aumentati per tutte le donne che ne fanno parte: prima, infatti, molte si dedicavano a lavori domestici che consentivano loro di portare a casa  mille rupie in un mese mentre ora, riescono a guadagnare la stessa cifra in soli tre giorni

Passeggiando per il villaggio, durante un’afosa giornata indiana dal cielo velato, Satyavathi ci spiega come da quando ha conosciuto ActionAid, la sua vita e quella di molti altri membri della comunità sia cambiata. ActionAid li ha supportati infatti nella creazione delle cooperative e gli ha dato tutte le informazioni e le conoscenze necessarie per capire come approcciarsi al governo, con l’obiettivo di ottenere fondi e prestiti da utilizzare per rendere migliore la propria quotidianità. Nel solo 2014, grazie all’impegno di AA India, e dei partner locali, oltre 3200 donne hanno potuto chiedere l’accesso alla terra e garantire così un miglior accesso al cibo, per tutta la famiglia.

Foto 3_Satyavathi  (Madivali)-2

Foto di Eshwarappa Madivali

Guardando al futuro, perché nonostante le difficoltà nessuno è riuscito a togliere a Satyavathi e a molte altre donne come lei la voglia e la capacità di progettare una vita migliore, ci dice che il suo più grande desiderio è quello che la sua comunità possa crescere e divenire, finalmente, un luogo nel quale tutti abbiano cibo, acqua, una casa sicura; un posto in questo mondo dove quelle che ancora oggi sembrano conquiste lontane, possano essere diritti rispettati: perché il suo più grande desiderio, è semplicemente quello di vivere in maniera dignitosa, come a ogni persona dovrebbe essere concesso.
 

Si parla di

Satyavathi, donna coraggiosa che ha deciso di dare un nuovo futuro agli abitanti del suo villaggio

Today è in caricamento