LibeRIscatti

LibeRIscatti

Un futuro da ricostruire

Foto ActionAid

C’è una storia che merita di essere raccontata. Questa storia inizia una notte del 2009 quando Gaia aveva solo 7 anni. Ancora non sapeva che quella non sarebbe stata una notte come le altre.

Ben 10 anni sono passati dal 6 aprile 2009, quando un violento terremoto ha colpito L'Aquila e i comuni limitrofi causando 309 vittime e una ferita, alla comunità e al territorio, ancora oggi aperta. Eppure, nonostante gli altri tragici eventi sismici che si sono succeduti nel nostro Paese anche nel 2012 e nel 2016, l'Italia non si è ancora dotata di un quadro normativo chiaro e coerente per rispondere a queste emergenze.

Il terremoto del 2009 non ha rischiato solo di portarsi via la vita di Gaia e della sua famiglia, ma di infrangere in mille pezzi anche il suo futuro e i suoi sogni. Le scosse hanno fatto crollare le case e anche le scuole sono state gravemente danneggiate, tanto che i bambini sono stati costretti a spostarsi nei MUSP (moduli a uso scolastico provvisorio). Dovevano essere, come indica lo stesso aggettivo “provvisorio”, delle soluzioni temporanee per proseguire quell’anno scolastico, in attesa di tornare nelle scuole vere. Peccato però che queste strutture da provvisorie siano diventate drammaticamente permanenti.

Le scuole aquilane sono state la priorità assoluta dell’intervento di ActionAid per la ricostruzione de L’Aquila. Sapevamo che per assicurare un futuro alla città e ai suoi cittadini dovevamo garantire il diritto all’istruzione, soprattutto in un contesto caratterizzato da non poche difficoltà. Per questo abbiamo fatto in modo di integrare e supportare l’offerta formativa e abbiamo fatto in modo che le scuole di questo territorio diventassero l’epicentro di una ricostruzione diversa, che mettesse al centro le persone, le loro esigenze e i loro desideri.

Gaia ha potuto quindi continuare a vivere la scuola come un luogo di opportunità per crescere e sviluppare i suoi talenti e passioni: è entrata a far parte della squadra di rugby femminile; è stata reporter per il programma di Radio Capital ”Lateral”; è stata una video maker durante un progetto di monitoraggio della ricostruzione scolastica e, ormai adolescente, ha potuto realizzare il suo sogno diventando giornalista per Rai 3 durante una delle puntate di “Carta Bianca”.

La sua tenacia non è passata inosservata tanto che il 13 dicembre 2016 il Presidente Mattarella le ha conferito l’onorificenza di Alfiere della Repubblica per l’impegno verso la sua città. Una grande emozione per le sue insegnanti e per tutti noi di ActionAid!

In questi dieci anni Gaia ha saputo cogliere tutte le opportunità che le si sono presentate. Sono stati invece anni di occasioni perse per mettere al centro di ogni agenda politica, locale o nazionale, il tema della prevenzione e preparazione delle comunità che vivono nei territori vulnerabili. Eppure il nostro è un Paese che ne ha molto bisogno, con il 16,6% del territorio che rientra nelle classi a maggiore pericolosità per frane e alluvioni.

Per questo ActionAid ha deciso di promuovere la campagna #SicuriPerDavvero, per chiedere al Governo di varare una legge quadro sulle ricostruzioni e normative, finanziamenti e modalità di monitoraggio più effi­caci su prevenzione e mitigazione del rischio. #SicuriPerDavvero è anche un tour che in questi mesi sta girando l’Italia con l’obiettivo di creare luoghi di incontro e scambio di esperienze e saperi tra i diversi attori coinvolti negli aspetti del ciclo del rischio: istituzioni, esperti, associazioni e comitati dei territori.

A Bologna, lo scorso 21 giugno abbiamo parlato di sicurezza e scuole concentrandoci su due  aspetti: la ricostruzione nei territori colpiti dai terremoti negli ultimi dieci anni (L’Aquila, Emilia Romagna e Centro Italia) e la sicurezza delle nostre scuole, in termini strutturali e di prevenzione. Le scuole, custodi del nostro futuro, sono infatti il pilastro fondamentale e il collante di ogni comunità. Nonostante questo il patrimonio edilizio scolastico continua a rimanere tragicamente fragile in gran parte del Paese.

ph_emanuela_colomboActionAid-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

LibeRIscatti

Fotografie dell'Italia, con i suoi problemi e criticità ma soprattutto con la sua voglia di cambiamento. Realtà, volti e persone prendono forma attraverso le storie di ActionAid, organizzazione internazionale che da oltre 40 anni lavora per sconfiggere povertà e ingiustizia sociale in Italia e nel mondo

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento