rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Lo sfasciacarrozze

Opinioni

Lo sfasciacarrozze

A cura di Diego Giorgi

Primarie Pd, poi non vi lamentate

Una volta i rottamatori erano due. Non c’era solo Renzi. No, la rottamazione è figlia di una coppia di fatto. L’unica unione civile riuscita bene alla sinistra. Un figlio, due padri. Il sindaco di Firenze e Pippo Civati, all’epoca consigliere della Regione Lombardia. Il matrimonio durò pochi mesi, giusto il tempo della prima Leopolda e di lanciare in orbita quella che ben presto si è trasformata una fenomenologia antropologica e politica: la rottamazione. Poi ‘Matteo’, più popolare di Pippo, si è preso l’intero, si è fatto il Rottamatore, al singolare. Tanto solo e famoso da entrare nel vocabolario Zanichelli 2014.

Tre anni dopo, le loro strade si sono incrociate nuovamente. Da avversari. La poltrona è ambita: la segreteria del Pd. Per questo Civati, che parte nettamente svantaggiato, ha provato a riprendersi la paternità del cambiamento: “Se vinco io facciamo il ricambio vero. Renzi è passato dalla rottamazione all’autorimessa”.

In pratica siamo arrivati a questo: Renzi minaccia Letta con i suoi “finish”. Cuperlo, ci fa la battuta – “Renzi dice ‘finish’. Io dico Dash” – ma sbaglia elettrodomestico: lavastoviglie e lavatrice non sono la stessa cosa. Il brillantante nel bucato non ci va. Minacce, anzi, ‘minaccine’, e battutone, anzi battutine. “Finish”, Dash”, “Autorimessa”. Ecco a voi le primarie. Poi non lamentatevi se ai gazebo eravamo 4 amici al bar che volevano cambiare il mondo…..comprese tutte le strofe al ribasso.

Si parla di

Primarie Pd, poi non vi lamentate

Today è in caricamento