rotate-mobile
Lunedì, 11 Dicembre 2023
Nel nome del Padre

Nel nome del Padre

A cura di Gloria Callarelli

Dare un "senso" al mio pellegrinaggio: Medjugorje attraverso l'udito

Medjugorje non è solo vista, è anche ascolto. Cos'è il paesino della Bosnia-Erzegovina vissuto attraverso l'udito? Non basterebbero mille parole per descrivere davvero quel luogo sacro, d'amore, di grazia. Ma cercherò di farlo comunque, raccontando la mia esperienza, il mio pellegrinaggio.

UDITO

Ascolto a Medjugorje sono le omelie, sono le preghiere, sono l'italiano masticato dei croati che ti fanno sentire a casa anche in Bosnia-Erzegovina. Ascolto sono anche le campane della chiesa di San Giacomo, fragorose, non hanno timore di annunciare con gioia il tempo del Signore. Ascolto è il vociare dei pellegrini, le cicale della notte, la musica dal vivo di accompagnamento durante le funzioni. Ma ascolto è anche il rumore dei passi sul Krizevac o sul Podbrodo, la profonda condivisione del Rosario prima dell'apparizione, recitato da un fiume di persone nella marcia verso la collina Solenne ma allo stesso tempo gioiosa, fiduciosa e allegra con le note dei canti che ci annunciano la festa, l'arrivo dell'amata Mamma Celeste. Ascolto è il nostro pensiero che si accende con la fiamma delle candele. Ascolto sono i taxi che sfrecciano sulla strada, il rumore delle vecchie gomme sull'asfalto, è il chiacchiericcio di chi affolla negozi e ristoranti, il rumore delle serrande dei negozi che si alzano, ascolto sono le voci degli accompagnatori, della guida spirituale. Ascolto è la voce del veggente che dona qualche parola di conforto e speranza. Ascolto è l'intimo silenzio di fronte a Gesù nell'Eucaristia, il silenzio dell'incontro, raccolto, di fronte alla croce del Krizevac e della croce blu. Ascolto sono le testimonianze delel comunità, le parole di gioia e liberazione dei pellegrini. Ascolto, infine, è la voce di Maria che parla al cuore di ognuno di noi, con il messaggio, i gesti, i doni. E con la sua intima presenza dentro ognuno di noi.

Si parla di

Dare un "senso" al mio pellegrinaggio: Medjugorje attraverso l'udito

Today è in caricamento