Domenica, 21 Luglio 2024
Orizzonte verde

Orizzonte verde

A cura di Nicola Clemente

Elezioni Regionali: le cinque domande sull'ambiente per i neoeletti

Il dibattito sulle Elezioni Regionali in Campania ha toccato solo marginalmente le tematiche ambientali e per tale ragione, l'ex ministro dell’Ambiente e dell’Agricoltura e presidente della Fondazione Univerde, Alfonso Pecoraro Scanio, ha lanciato cinque domande da porre ai candidati presidente e poi ai neoeletti consiglieri regionali.

L'appello ha raccolto anche la condivisione dei presidenti nazionali di Marevivo e Lipu, Rosalba Giugni e Fulvio Mamone e del direttore dell’Ufficio Europeo dell’economista Jeremy Rifkin, Angelo Consoli.

Ecco i cinque temi oggetto di dibattito:

- Evitare di perdere oltre 200 milioni di euro di fondi UE per disinquinare il Golfo questo sarebbe utile per dare lavoro, migliorare la qualità della vita dei cittadini e rilanciare il turismo.

- Lavoro, Ambiente e Turismo sono priorità perché avere aria, acque e cibi sani è un elemento base per tutti, ma poi proprio un turismo sostenibile potrebbe generare molti posti di lavoro anche in tempi relativamente brevi.

-Sostenere anche presso la Corte Costituzionale i ricorsi e le mobilitazioni contro le trivellazioni petrolifere, sia in mare che nelle campagne italiane, in particolare in Irpinia e nel Sannio.

-Difesa e potenziamento del Corpo Forestale, che non non merita di essere smantellato essendo indispensabile nell’azione di contrasto alle Ecomafie nella Terra dei fuochi. Anzi occorre accorpare al Cfs anche le polizie provinciali. Servono leggi e azioni a difesa del territorio ma senza controlli efficaci la tutela ambientale non funziona.

Si parla di
Elezioni Regionali: le cinque domande sull'ambiente per i neoeletti
Today è in caricamento