Lunedì, 25 Gennaio 2021

Se Salvini si lamenta di quello che ha fatto Zaia

"Del teatrino romano non mi occupo. I governatori sono sconvolti dall’incapacità e dai ritardi del governo. Il ministro Azzolina giurava che si ripartiva giovedì e invece non si riparte. Molti si erano preparati per la ripartenza. Mi preoccupa avere al governo incapaci e litigiosi": il leader della Lega e senatore Matteo Salvini è sempre pronto a gridare allo scandalo e a chiamare in causa i "suoi" presidenti di Regione per cantargliele a Conte & Co. Ogni volta che vengono convocati dall'esecutivo che deve illustrare un decreto o un Dpcm, i governatori impettiti e compatti subito dopo rilasciano una nota stampa con la benedizione del Capitano per criticare una scelta del governo. Il problema è che spesso qualcuno si distrae.

Per esempio Luca Zaia non deve essersi accorto che lui è arrabbiato con il governo perché ha rimandato l'apertura delle scuole superiori, visto che nel frattempo ha rilasciato un'intervista al Corriere della Sera per dire l'esatto contrario, ovvero che la scuola in Veneto "non possiamo riaprirla, me lo dicono gli scienziati". 

"In Veneto la didattica a distanza proseguirà fino al 31 gennaio. Non è una scelta politica, questa è attenzione alla salute dei cittadini. Ascolto autorevoli scienziati che segnalano il pericolo di una ripresa dei contagi. Il dipartimento di prevenzione del Veneto ha prodotto un documento che dice che non è il caso di rischiare. Ho preso quella decisione esclusivamente per ragioni sanitarie". 

E infatti il presidente del Veneto non ha soltanto detto, ma ha pubblicato un'ordinanza per chiudere le scuole superiori fino a gennaio. Ma non era "sconvolto dall'incapacità e dai ritardi" del governo sulla scuola? Ma soprattutto: di cosa si sta lamentando di preciso Salvini? Di quello che ha fatto Zaia? 

Lo stato d'emergenza fino a luglio e il nuovo Dpcm in arrivo entro il 15 gennaio

Si parla di

Se Salvini si lamenta di quello che ha fatto Zaia

Today è in caricamento