Mercoledì, 21 Aprile 2021
Sesso e dintorni, il dottore risponde

Sesso e dintorni, il dottore risponde

A cura di Dottor Andrea Militello

In arrivo le cellule staminali per la cura della disfunzione erettile

I primi risultati di vari studi clinici suggeriscono che la terapia con cellule staminali potrebbe diventare un trattamento promettente per la disfunzione erettile.  La terapia comporta l'iniezione delle cellule staminali del paziente - derivate da cellule adipose addominali - nel tessuto erettile del pene. Un team di ricercatori danesi ha recentemente presentato i risultati di uno studio condotto su alcuni pazienti affetti da disfunzione erettile - i precedenti test erano stati effettuati solo su animali - alla EAU, la conferenza annuale dell'Associazione europea di urologia tenutasi a Londra, nel Regno Unito, lo scorso anno.

Cos'è la disfunzione erettile

Ricordiamo che la disfunzione erettile (ED) è una condizione in cui l’uomo ha difficoltà a raggiungere o mantenere un'erezione per poter avere rapporti sessuali.

Secondo il National Institute of Diabetes and Digestive KidneyDiseases, circa il 12% degli uomini di età inferiore ai 60 anni e il 22% degli uomini di età compresa tra i 60 ei 69 anni hanno l'ED.

Ipertensione, diabete, malattie cardiache, malattie renali croniche e chirurgia prostatica sono alcune delle condizioni fisiche che possono causare ED. Anche i problemi psicologici - come ansia, stress, depressione e bassa autostima - possono contribuire all'ED.I trattamenti attuali per l'ED includono inibitori della PDE5 (come il Viagra), protesi peniene e iniezioni, non sempre scevri da effetti collaterali.

La ricerca svedese

I ricercatori si sono così messi alla ricerca di trattamenti alternativi per la disfunzione erettile. Nella fase I, il dottor Haahr e colleghi della Danimarca hanno testato la terapia con cellule staminali su 21 uomini con ED in seguito a prostatectomia radicale per cancro alla prostata. Nessuno degli uomini aveva risposto alle cure mediche standard per l'ED.

Per la procedura delle cellule staminali, le cellule grasse addominali sono state estratte da ogni uomo attraverso la liposuzione. Le cellule staminali sono state poi isolate dalle cellule adipose e iniettate nel corpo cavernoso del pene - il tessuto spugnoso che normalmente si riempie di sangue durante l'erezione.

La funzione erettile dei partecipanti è stata valutata utilizzando il questionario dell'Indice Internazionale della Funzione Erettile (IIEF) sia prima della procedura che dopo (a intervalli di 6-12 mesi). 

Secondo gli studi, i miglioramenti della funzionalità sessuale sarebbero evidenti un anno dopo il trattamento. Anche se i risultati dello studio sono preliminari, secondo il team la cura con le staminali potrebbe diventare strategia di trattamento efficace per l'ED.

Ulteriori studi hanno poi confermato quanto riportato nell’articolo e siamo ormai pronti a introdurre questo trattamento della pratica clinica quotidiana per il trattamento della disfunzione erettile e del pene curvo per malattia di La Peyronie.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In arrivo le cellule staminali per la cura della disfunzione erettile

Today è in caricamento