rotate-mobile
Giovedì, 8 Dicembre 2022
Sesso e dintorni, il dottore risponde

Sesso e dintorni, il dottore risponde

A cura di Dottor Andrea Militello

Farmaci per l'erezione: ecco quali differenze ci sono tra quelli in commercio

Nel 1998 nasceva il primo farmaco per l’erezione, il Sildenafil, molecola nata per curare i problemi cardiaci ma che invece aveva dimostrato un’attività importante sul fenomeno erettile. Da allora sono passati circa vent’anni, nel frattempo sono state sintetizzate altre molecole e oggigiorno abbiamo a disposizione tra i nomi commerciali riconosciuti: il Viagra, il Levitra, il Cialis e lo Spedra. Ma quali sono le differenze tra questi farmaci e perché sceglierne uno al posto dell’altro?

Innanzitutto parliamo del Sildenafil, il vecchio Viagra, che è stato il primo farmaco messo in commercio per stimolare l’erezione e nel  nel 2012 occupava il 50% del mercato. Viene assunto a stomaco vuoto ed entra in azione nell’arco di 30 - 60 minuti con un massimo di effetto nell’arco di 4 ore. Se viene assunto dopo il pasto l’assunzione può essere ritardata, tra gli effetti collaterali ricordiamo eventuali disturbi visivi, mal di testa e vampate di calore.

Negli ultimi tempi il Sildenafil è stato proposto anche in una forma orodispersibile, con assunzione sublinguale che permette un assorbimento immediato saltando tutto il passaggio dell’intestino e quindi con un’azione molto più rapida e immediata e nessuna interferenza con il pasto

Un’altra molecola simile al Sildenafil è il Vardenafil o Levitra, che ha un profilo quasi identico ed entra in azione in circa 30 minuti, al massimo 60. Anche questo farmaco deve essere assunto a digiuno (con il pasto l’assorbimento tende ad essere ritardato). Ha una durata di circa 5 ore e ne esiste anche una formula orodispersibile.

Tra i possibili effetti collaterali del Vardenafil ci sono mal di testa e disturbi visivi (come ad esempio la lacrimazione). 

Passiamo adesso al Tadalafil, meglio conosciuto con il nome di Cialis. Questo farmaco inizia a fare effetto entro 30-60 minuti ma la sua azione dura fino a 36 ore. Ecco perché è conosciuto anche come la “pillola del weekend”. Anche il Cialis ha degli effetti collaterali, anche se un po’ diversi rispetti ai farmaci trattati in precedenza. E vale a dire: dolori muscolari, dolori alla schiena e al collo, alcune forme di mal di testa e di reflusso gastrico. 

Ultimo arrivato è lo Spedra, Avanafil,  in commercio da qualche anno, è molto rapido nell’azione che si presenta in 15-30 minuti dall’assunzione e ha una durata di 4-5 ore e forse minori effetti collaterali.

È quindi chiaro e intuitivo che le differenze tra questi farmaci sono minime, a parte il Cialis che si distacca per quanto riguarda la durata di azione;  ci sono in preparazione numerosi farmaci in studio di fase 3 con l’obiettivo unico di migliorare e  di poter personalizzare la terapia.Rimane sempre obbligatorio affidarsi ad un andrologo di riferimento per verificare la necessità e il giusto dosaggio della terapia farmacologica dell’erezione che, come abbiamo visto, può avere dei sicuri  benefici, ma anche degli effetti collaterali che vanno conosciuti ed evitati quando possibile.

Si parla di
Sullo stesso argomento

Farmaci per l'erezione: ecco quali differenze ci sono tra quelli in commercio

Today è in caricamento