Sabato, 5 Dicembre 2020
Sesso e dintorni, il dottore risponde

Sesso e dintorni, il dottore risponde

A cura di Dottor Andrea Militello

Cosa fare quando l'erezione non c'è e i farmaci non funzionano

Foto di repertorio

Dobbiamo riconoscere che la farmacologia ha dato un gigantesco aiuto alla disfunzione erettile da quando, nel 1998, il Sildenafil conosciuto come Viagra è stato immesso nel mercato.

Molti uomini con problematiche dell’erezione, che potevano essere legate a problematiche vascolari, metaboliche, neurologiche, psicologiche hanno comunque trovato giovamento nell’uso del farmaco che permette spesso di ottenere un erezione migliore al fine di avere con il proprio partner un rapporto sessuale soddisfacente.

Fermo restando che ogni caso è un caso a sé e che ogni paziente deve essere studiato da un punto di vista vascolare metabolico e anche psicologico, ci sono purtroppo dei casi che non rispondono per vari motivi alle terapie farmacologiche classica.

A quel punto chiaramente il paziente entra in uno stato di ansia prestazionale vedendo che anche il  classico farmaco,tanto osannato dagli amici, per lui non funziona.

Oggigiorno però ci sono terapie fisiche che possono ovviare a questi problemi o rendere il paziente più sensibile alla terapia orale.

Ricordiamo le onde d’urto a bassa intensità che possono essere utilizzate in  cicli di 4 -6 settimane e che sono in grado di restituire ai corpi cavernosi la responsività al farmaco.

Tra le terapie alternative si stanno affermando le infiltrazioni nei corpi cavernosi dei fattori di crescita o delle cellule staminali con la finalità di rivascolarizzare e creare un nuovo tessuto erettile nei corpi cavernosi.

Infine, grazie alle nuove tecniche di chirurgia mini invasiva anche l’uso della protesi peniene idrauliche tricomponenti può diventare una validissima alternativa nei pazienti affetti da disfunzione erettile che non rispondono alle classiche terapie.

Ricordiamo spesso nella nostra rubrica l'obbligo, da parte del paziente, di non automedicarsi ma rivolgersi allo specialista di riferimento per pianificare un giusto percorso diagnostico e terapeutico.

Si parla di
Sullo stesso argomento

Cosa fare quando l'erezione non c'è e i farmaci non funzionano

Today è in caricamento