Sabato, 10 Aprile 2021
Sesso e dintorni, il dottore risponde

Sesso e dintorni, il dottore risponde

A cura di Dottor Andrea Militello

"Dottore, sento una piccola massa nel testicolo"

"Dottore ho una pallina nel testicolo".

 Questa è una delle frasi più frequenti che vengono dette all’andrologo e anche uno dei motivi più frequenti di richiesta di visita andrologica. Spesso questa sensazione tattile è accompagnata anche dalla sensazione di modesto dolore testicolare.

 E’ chiaro e normale che scrivendo sul web  (oggigiorno inutile nasconderlo il primo medico per ognuno di noi ) e associando la parola testicolo + massa + pallina esce chiaramente al primo posto la presenza di un tumore testicolare, ma facciamo un passo indietro.

 Spesso la presenza di una massa a livello testicolare o vicino al testicolo può essere dovuta  invece alla presenza di una piccola cisti, una formazione innocua a contenuto acquoso, che si può formare a livello dell’epididimo.

Questa è una struttura che circonda il testicolo sia in alto con la testa dell'epididimo che in basso con la coda dell'epididimo, serve alla maturazione degli spermatozoi, su queste parti dell’epididimo formarsi abbastanza facilmente delle innocue formazioni cistiche.

 Spesso il ragazzo sensibilizzato all'autopalpazione nota la presenza di questa massa, di questo nodulo che mette giustamente  in allarme; altre volte è proprio l'epididimo ad essere apprezzato per la presenza di fenomeni infiammatori o infettivi.

Alcune volte, evento molto raro, la sensazione di pallina nel testicolo è legata alla presenza di uno scrotolita, ossia un piccolo calcolo che si deposita tra i rivestimenti del testicolo.

Raramente, per fortuna molto più raramente, il tutto è legato alla presenza di una neoformazione, un tumore testicolare.

In ogni caso è tutto facilmente diagnosticabile in pochissimi minuti; la visita andrologica ma essenzialmente l'ecografia del testicolo ,eventualmente accompagnata un ecocolordoppler dei vasi spermatici per escludere un varicocele, permette veramente in pochi minuti di fare la diagnosi e di affrontare così con serenità quello che poteva essere inizialmente un dubbio molto importante.

Nel caso ci fossero invece delle formazioni neoplastiche oggigiorno è possibile in breve tempo individuarle e operarle con guarigione totale e definitiva.

 Non dimentichiamoci quindi di avere il nostro andrologo di fiducia e di rivolgersi a lui senza timori e senza remore, e ricordiamoci della autopalpazione che dobbiamo fare almeno una volta al mese, magari sotto sotto la la doccia dove la pelle dello scroto è più rilassata.

Si parla di
Sullo stesso argomento

"Dottore, sento una piccola massa nel testicolo"

Today è in caricamento