Sesso e dintorni, il dottore risponde

Sesso e dintorni, il dottore risponde

Se vuoi un figlio… dormi più a lungo

Dormire bene e a lungo la notte potrebbe aiutare gli uomini a concepire. È quanto suggeriscono i risultati di uno studio dell'Università di Aarhus, in Danimarca, presentati come poster alla conferenza annuale della Società europea di riproduzione umana ed embriologia (ESHRE) a Vienna, ma non ancora pubblicati su una rivista scientifica. 

Nello studio i ricercatori hanno esaminato i modelli di sonno di circa 100 volontari che frequentavano le cliniche per la fertilità in Danimarca, 48 dei quali avevano un liquido seminale normale e 56 con spermatozoi di bassa qualità.

Dallo studio è emerso che gli uomini che hanno l’abitudine di andare a letto prima delle 22.30 hanno quattro volte più probabilità di avere un liquido seminale sano rispetto ai 'nottambuli' che rimangono in piedi dopo le 23.30.

La ricerca suggerisce inoltre che dormire meno di sette ore a notte aumenta di sei volte la probabilità di avere un liquido seminale non fertile.

Sulla base di questi risultati, secondo alcuni esperti di fertilità le coppie che cercano di concepire dovrebbero limitare le distrazioni che possono tenerli svegli di notte, come controllare le e-mail o sedersi davanti a un film di  Netflix.

Il sonno svolge un ruolo chiave nella moderazione degli ormoni e dei livelli di stress che possono influire sulla fertilità, e lo stress da privazione del sonno può far reagire il sistema immunitario in modo eccessivo attaccando la spermatogenesi.

"Erano uomini che cercavano di avere un bambino da circa due anni, e andare a letto un’ora prima poteva essere importante perché permetteva loro di dormire di più, migliorando la spermatogenesi", ha detto il professor Hans Jakob Ingerslev, coautore dello studio dell'Università di Aarhus .

"Le ragioni potrebbero essere psicologiche in quanto gli uomini privati del sonno soffrono lo stress con produzione di cortisolo e catecolamine che possono avere un impatto sulla fertilità".

Anche il professor Ingerslev e i suoi colleghi hanno esaminato la qualità complessiva del sonno, ma non hanno trovato un collegamento tra il sonno interrotto - alzarsi di notte per andare in bagno, per esempio - e la qualità del liquido seminale.

Sesso e dintorni, il dottore risponde

Il Dottor Andrea Militello è specialista Andrologo e Urologo. Perfezionato in ecografia urologica e andrologica, esperto in urodinamica, docente presso l’Università Federiciana in scienze urologiche e revisore delle riviste internazionali Central European Journal of Urology e Hormone and Metabolic Research Journal. Vincitore nel 2014 del Doctoralia Awards e nel 2018 del premio MioDottore Awards quale andrologo urologo più apprezzato in Italia. È perfezionato in chirurgia ricostruttiva implantologica protesica in andrologia e in seminologia con particolare riguardo alla fisiopatologia della riproduzione umana. Svolge attività chirurgica ma dedica anche molto tempo e passione all’attività ambulatoriale avendo alle spalle oltre 60.000 visite eseguite presso le città di Roma, Viterbo, Avezzano, Cosenza e Milano. Attivo per passione sul Web. www.andrologiamilitello.it

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
Today è in caricamento