rotate-mobile
Sabato, 28 Maggio 2022

Terapia sostitutiva del testosterone: attenzione al livello di estrogeni

La terapia sostitutiva del testosterone (TRT) è oggi uno dei trattamenti più efficaci e comuni per la carenza di testosterone. Viene spesso prescritto concentrandosi solo sul livello di testosterone e sulla presenza di lamentele da parte dei pazienti su una diminuzione della funzione sessuale. Molto raramente, i medici valutano inoltre il livello di estradiolo e, di conseguenza, la presenza iniziale di un sintomo di iperestrogenismo. Una delle probabili conseguenze della TRT potrebbe essere un eccesso di estradiolo, la cui formazione in eccesso è associata all'enzima aromatasi, che converte il testosterone in estradiolo.

Nonostante la disponibilità di determinazione di laboratorio del livello di estradiolo, il risultato potrebbe non coincidere sempre con il quadro clinico. Uno dei motivi è la differenza nei metodi per determinare il livello di estradiolo in ciascun laboratorio: non esiste un unico standard o «riferimento» oggi. Questo articolo descrive l'evoluzione della TRT e si concentra anche sulla variabilità dei livelli di estradiolo da laboratorio a laboratorio e spiega in dettaglio perché la valutazione dell'estradiolo nel tempo dovrebbe essere eseguita in un solo laboratorio.

Una ricerca sistematica della letteratura è stata effettuata nelle banche dati Medline, Scopus, Web of Science and Elibrary, CyberLeninka. Scopo di una recente rassegna è stata la necessità di coinvolgere l'attenzione degli specialisti sul problema dell'iperestrogenismo, la non sempre giustificata prescrizione di TRT in pazienti con obesità, ipogonadismo e iperestrogenismo, nonché al problema della diagnosi di laboratorio dell'iperestrogenismo, che è acuto non solo nel nostro paese, ma in tutto il mondo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

Terapia sostitutiva del testosterone: attenzione al livello di estrogeni

Today è in caricamento