Lunedì, 19 Aprile 2021
Sesso e dintorni, il dottore risponde

Sesso e dintorni, il dottore risponde

A cura di Dottor Andrea Militello

Quando le vene del testicolo si dilatano: cos'è il varicocele

Foto di repertorio

Uno dei fastidi che spesso portano i pazienti a rivolgersi all’andrologo va sotto il nome di varicocele. Con questo termine intendiamo la dilatazione delle vene spermatiche ossia le vene che portano via il sangue dal testicolo. Si tratta di sangue povero di ossigeno e nello stesso tempo ricco di materiali di scarto e cataboliti. 

Spesso il varicocele è asintomatico e presente maggiormente sul lato sinistro. Alcune volte dà segno di sé per la presenza, a livello scrotale (lo scroto è la sacchetta che contiene il testicolo), di vene dilatate descritte in alcuni libri come un sacchetto di vermi.

Raramente il testicolo affetto da varicocele è causa di dolori, ma alcune volte un varicocele di alto grado può essere responsabile di un blando fastidio o senso di pesantezza scrotale.

Un tempo, la presenza di un varicocele, veniva diagnosticata durante la visita di leva nei famosi tre giorni, che rappresentava un primo filtro sociale e permetteva un primo approccio dell’uomo con un medico esperto in malattie urogenitali. Mancando adesso questo tipo di visita spesso il varicocele non viene individuato e diagnosticato e diventa protagonista della vita dell’uomo quando, in una coppia, non si riesce a raggiungere la gravidanza.

Infatti una delle conseguenze metaboliche collegata al varicocele può essere una ridotta attività produttiva del testicolo che ne è colpito con una ridotta attività nella produzione di spermatozoi (spermatogenesi) e di testosterone. 

Lo spermiogramma di un uomo affetto da varicocele di alto grado potrebbe presentare un numero di spermatozoi inferiore alla norma e con una scarsa mobilità e ridotta normalità.

Il varicocele è facilmente diagnosticabile sia con l’esame clinico ma essenzialmente con un ecocolordoppler dei vasi spermatici, esame ecografico di facilissima attuazione che in pochi minuti permette di porre una diagnosi di certezza.

Sappiamo tutti che il testicolo è al di fuori della cavità addominale perché richiede temperature inferiori a quelle del corpo per svolgere la sua funzione di produzione di spermatozoi e di testosterone. La presenza di varicocele porta ad un aumento di temperatura a livello testicolare con conseguenze negative sulla sua attività.

Ecco quindi nuovamente confermata l’assoluta necessità che anche l’uomo si affidi annualmente e periodicamente alle visite specialistiche dal  proprio andrologo di riferimento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

Quando le vene del testicolo si dilatano: cos'è il varicocele

Today è in caricamento