Martedì, 26 Ottobre 2021
Spazio, l'Universo a casa tua

Opinioni

Spazio, l'Universo a casa tua

A cura di Chi ha paura del buio?

Vapore acqueo su (metà) Europa

Eccola, Europa, sospesa leggera nel freddo spazio interplanetario mentre orbita silenziosa attorno a Giove come da antica abitudine. La luna galileiana, sesta nel sistema solare in termini di dimensione, è qui catturata insieme al più grande pianeta del sistema solare dall'occhio del telescopio spaziale Hubble, nell'agosto 2020.

Sappiamo già che Europa è una luna ghiacciata: la sua crosta è interamente ricoperta da uno strato di ghiaccio d'acqua, sotto al quale si nasconde un immenso oceano globale di acqua liquida. Ma, proprio grazie a dati raccolti da Hubble nel corso degli ultimi 22 anni, sembrerebbe che l'acqua su Europa sia presente stabilmente anche sotto forma di vapore, nella sua tenue atmosfera. Ma la cosa più strana è che il vapore acqueo sembra esserci solo attorno a metà di questa luna!

Tre mesi fa, con la stesso metodo di analisi, si è scoperto vapore acqueo su Ganimede, un'altra delle lune galileiane di Giove (link al nostro post nei commenti), e ora pare proprio che anche Europa si aggiudichi di diritto un posto nel club dei satelliti con vapore acqueo stabile in atmosfera. Qui però il vapore acqueo sembra esserci solo sull'emisfero di Europa opposto alla direzione in cui si muove nella sua orbita: una sorta di "scia" di vapore acqueo, insomma. Un comportamento previsto dalle simulazioni ma mai prima d'ora osservato direttamente.

Questa scoperta è particolarmente stupefacente se si pensa che Europa è un mondo freddissimo, con una temperatura media di –170 °C! A cosa può essere dovuto? Già in passato abbiamo osservato che dalla superficie di Europa fuoriesce vapore acqueo durante fenomeni transienti e altamente localizzati analoghi ai geyser che abbiamo anche qui sulla Terra. Evidentemente, questo vapore in qualche modo si diffonde globalmente ma "rimane indietro" man mano che il satellite medio procede lungo la sua orbita. Le dinamiche di come questo avvenga devono ancora essere chiarite.

Fortunatamente, l'ESA ha in programma la missione JUICE destinata proprio alle lune ghiacciate di Giove, tra cui anche Europa (le altre sono Ganimede e Callisto). La missione, che partirà se tutto va bene l'anno prossimo, dovrebbe arrivare a destinazione nel 2031. Questa sonda, in concerto con le osservazioni del telescopio spaziale James Webb (il cui lancio è previsto tra un paio di mesi), ci permetterà di fare un vero e proprio salto di qualità nella comprensione di questi piccoli mondi di estremo interesse per l'astrobiologia!

Si parla di

Vapore acqueo su (metà) Europa

Today è in caricamento