rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Spazio, l'Universo a casa tua

Opinioni

Spazio, l'Universo a casa tua

A cura di Chi ha paura del buio?

Ghiaccio d'acqua sotto la superficie di Marte?

Il canyon più grande del sistema solare si chiama Valles Marineris e si trova su Marte. È un bestione 10 volte più lungo del nostro Gran Canyon e 5 volte più profondo. Nel bel mezzo di questa struttura, che si trova poco sotto l’equatore marziano, la sonda europea Trace Gas Orbiter (TGO) ha trovato qualcosa di davvero sorprendente: acqua, tanta acqua.

Intendiamoci, non si tratta di acqua superficiale. L’atmosfera marziana è troppo rarefatta per consentire all’acqua di rimanere impunemente sul suolo a latitudini così basse. Stiamo parlando di acqua presente nel sottosuolo. TGO infatti è dotata di uno strumento, FREND, in grado di rilevare i neutroni emessi quando raggi cosmici particolarmente energetici impattano con il suolo marziano. Da questi neutroni gli astronomi sono in grado di risalire all’abbondanza di idrogeno che a sua volta indica quanta acqua c’è nel primo metro di profondità sotto il suolo del pianeta rosso.

Ebbene, l’amico FREND ha trovato che al centro della Valle Marineris c’è una regione grande più o meno come l’Olanda, che si sovrappone in buona parte con una valle chiamata Candor Chasma (di cui qui sotto vedete una ricostruzione 3D ottenuta a partire da foto reali), l’acqua è insolitamente abbondante: costituisce qualcosa come il 40% del materiale vicino alla superficie!

Purtroppo FREND non può dirci se quest’acqua è presente sotto forma di ghiaccio oppure è legata ai minerali nel suolo. Quest’ultima ipotesi è però implausibile, dal momento che i minerali in questa regione marziana sono poveri di acqua (non più di qualche percento). Molto probabilmente stiamo parlando quindi di una vasta area con una grande abbondanza di ghiaccio d’acqua sotterraneo! Due sono le possibilità: o qui ci sono condizioni particolari che impediscono a questo ghiaccio di sublimare, o c’è qualche meccanismo che rifornisce questa zona di acqua.

Questa è una scoperta tanto inaspettata quanto eccitante, perché essendo ghiaccio vicino alla superficie potrebbe essere raccolto da future missioni marziane. Trovandoci a pochi gradi di distanza dall’equatore, questa è anche una zona non particolarmente problematica per la sopravvivenza di un rover. Questo diventa un sito papabile anche per future missioni di esplorazione umana, quando la tecnologia lo renderà possibile.

Va da sé che gli astronomi ora vogliono tonnellate di nuovi dati su questa regione marziana. Le informazioni sull’acqua marziana sono cruciali per comprendere meglio la storia del pianeta rosso, in particolare per rispondere alla domanda delle domande: perché a un certo punto Marte smise di essere abitabile? Tutto questo si rivelerebbe di estrema utilità nella ricerca di ambienti abitabili e indizi di una eventuale presenza di vita nel passato marziano.

Si parla di

Ghiaccio d'acqua sotto la superficie di Marte?

Today è in caricamento