rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
AAA... acquisti

Opinioni

AAA... acquisti

A cura di Massimiliano Dona

Biglietti per concerti e spettacoli: tutto quello che c'è da sapere sul ticketing per evitare che il venditore se ne approfitti.

Anche acquistare il biglietto per un concerto o uno spettacolo teatrale è un atto di consumo. E non sempre le cose vanno per il verso giusto, sapete perchè?

Un pó per una certa (comprensibile) leggerezza di noi consumatori all'atto dell'acquisto: insomma sto comprando il ticket per un momento di svago e relax, non la nuova lavatrice! Per questo non ho voglia di leggere clausole contrattuali, avvertenze, istruzioni d'uso. Ho solo il desiderio di trovare il tagliando per l'evento tanto atteso.

Ma forse proprio approfittando di questo consumatore distratto, i venditori nel settore della biglietteria, sono talvolta un pó prepotenti nei riguardi del cliente. Il fenomeno si sta sviluppando molto online, dove non mancano proteste dei consumatori per biglietti il cui prezzo lievita clic dopo clic e persino situazioni in cui il sito vende biglietti che non ha e quindi quando già pregustiamo lo spettacolo arriva la doccia fredda!

La cosa grave, peró è che nei tradizionali punti vendita su strada, i cosiddetti box-offices, il trattamento puó essere persino peggiore: vi racconto il caso La Feltrinelli (noto store di libri musica, libri e appunto biglietti) dove, puó sembrare incredibile, ma l'agognato tagliando ha un costo diverso a seconda della modalità di pagamento scelto! Per questo l’Unione Nazionale Consumatori ha denunciato all’Antitrust la pratica commerciale scorretta.

Risulta infatti che la commissione da pagare al venditore per ogni biglietto emesso lievita se il consumatore decide di pagare con bancomat o carta di credito: la cosa è intollerabile alla luce della necessità di diffondere la moneta elettronica; d’altra parte finché i cittadini saranno vessati con illegittimi sovrapprezzi sarà difficile scardinare l’affezione degli italiani per il contante.

Un altro aspetto della nostra denuncia riguarda le regole imposte in caso di annullamento dell’evento perché l’immancabile cartello avverte: "le commissioni di agenzia non vengono rimborsate’; l’esercente, dunque, sembra imporre al consumatore una clausola illegittima, escludendo la restituzione del prezzo pagato, il che ci sembra una grave limitazione dei diritti dei consumatori nel caso in cui lo spettacolo non vada in scena.

Ci auguriamo che l’Autorità intervenga tempestivamente e metta fine a questo tentativo di guadagnare sulle spalle dei consumatori, allargando le indagini anche agli altri operatori. 

Si parla di

Biglietti per concerti e spettacoli: tutto quello che c'è da sapere sul ticketing per evitare che il venditore se ne approfitti.

Today è in caricamento