Domenica, 16 Maggio 2021
AAA... acquisti

AAA... acquisti

A cura di Massimiliano Dona

Caso Dentix: quali tutele per i pazienti delle cliniche dentali

E’ successo ancora: con il caso Dentix, salito agli “onori” della cronaca in queste settimane, si torna a parlare dei rischi connessi alla diffusione delle cliniche odontoiatriche nel nostro Paese. E si tratta di una nuova occasione per tornare a invocare le restrizioni alla concorrenza che, come rappresentante dei consumatori, non ritengo auspicabili. Ancora non possiamo dire se il caso Dentix sia un caso di malaffare (come quelli che -purtroppo- hanno contrassegnato la storia di alcuni centri dentali in passato) o semplicemente di incapacità imprenditoriale resa più evidente dal Covid19.

Quel che è certo è che non possiamo tollerare di sentire invocare la necessità di ridurre la concorrenza in un settore nel quale (anche grazie alle cliniche “di strada”) molti cittadini hanno avuto accesso a cure che il classico dentista “del terzo piano” non può fornire alle stesse condizioni economiche.

Già perché quello che nessuno dice in questi giorni di polemica verso i network di assistenza odontoiatrica è che, proprio grazie alla possibilità di attivare contratti di finanziamento, molti cittadini hanno potuto usufruire di servizi che la sanità pubblica non può mettere a disposizione.

Resta il fatto che negli ultimi giorni molti consumatori si sono rivolti alla nostra Unione Nazionale Consumatori perché avevano iniziato dei trattamenti nelle cliniche Dentix, che dopo il lockdown non hanno più aperto. Come aiutare questi consumatori in difficoltà? Come dicevo, chi ha stipulato un contratto di finanziamento può agevolmente risolvere (almeno) la problematica di natura economica: secondo la normativa di consumo, infatti, è sufficiente mettere in mora la clinica (inviando loro una email) per poi, trascorsi i 15 giorni di legge, scrivere anche alla finanziaria per risolvere il contratto ed ottenere non solo l’interruzione delle rate, ma anche il rimborso di quelle già versate (se i lavori non sono stati eseguiti).

GUARDA IL VIDEO DI MASSIMILIANO DONA "CASO DENTIX: quali tutele per i consumatori?"

Insomma, una buona notizia, almeno per quanto riguarda il portafoglio: resta poi il tema di come proseguire i lavori, ma da quel che si legge sui giornali, già emerge la proposta di altre cliniche di subentrare: del resto gli oltre diecimila clienti di Dentix, rappresentano un’occasione per rilanciare il business dopo l’emergenza. Staremo a vedere, senza mancare, come Unione Nazionale Consumatori, di monitorare l’evolversi della questione.

Per saperne di più:  Dentix, rivolgiti a Unc per problemi con le cliniche dentali

Si parla di

Caso Dentix: quali tutele per i pazienti delle cliniche dentali

Today è in caricamento