Mercoledì, 4 Agosto 2021
AAA... acquisti

Opinioni

AAA... acquisti

A cura di Massimiliano Dona

Dalla vittoria degli europei alla sconfitta dei saldi

Siamo ancora frastornati dal trionfo azzurro, ma più in generale dal clima di festa generato da un grande evento sportivo come sono stati i Campionati europei di calcio “Euro2020” (eh sì, lo so, dobbiamo continuare a chiamarli così anche se siamo nel 2021).

Perché ve ne parlo? Perché dal punto di vista del consumatore queste manifestazioni rappresentano un concentrato di offerte, promozioni, réclame... Insomma, proprio grazie all'ampio seguito mediatico, eventi così importanti si traducono in una straordinaria occasione per fare grandi campagne di marketing e (cercare di) vendere di più. Non mi dite di non essere stati tentati dall’acquisto di uno smisurato televisore nuovo solo per “vedere meglio” la partita...

Praticamente tutti i canali da oltre un mese sono letteralmente invasi da spot che richiamano l'evento calcistico e a questo topic ricorrono non solo, come sarebbe naturale, gli sponsor ufficiali della manifestazione, ma anche tutta una serie di operatori che non hanno alcuna partnership con Euro2020: nulla di nuovo sotto il cielo, accade sempre in occasioni dall'ampia visibilità mediatica (come ad esempio le Olimpiadi) e in effetti si tratta di una nota tecnica di marketing, per certi versi parassitaria, nota come ambush marketing, letteralmente marketing d’imboscata. E in effetti l’ambusher mira a creare un’azione di disturbo nei confronti di un’azienda sponsor (spesso sua diretta concorrente), nell’intento di accrescere la visibilità del proprio brand a discapito di una marca concorrente. Tra gli esempi più noti citiamo la campagna pubblicitaria realizzata da Nike nel corso delle Olimpiadi di Atlanta del 1996 contro la rivale Reebok, sponsor ufficiale della manifestazione: grazie a numerose affissioni nei pressi degli impianti sportivi e all’allestimento di temporary shop, si lasciava intendere al pubblico che la Nike fosse uno degli sponsor dell’evento (per approfondire qualche altra case-history, leggete qui).

In Italia c'è stato persino un tentativo di regolamentare questo fenomeno da parte del legislatore, ma poi -come spesso accade- non se ne fatto più nulla, così il fenomeno resta ampiamente praticato. E per questo, proprio di ambush marketing parlo in una delle mie incursioni al supermercato: in questo breve video racconto gli allestimenti realizzati all’interno del punto vendita da due importanti produttori di birra come Heineken e Peroni. Ma solo uno è sponsor di Euro2020!

Anche se poi, come attenuante, in molti mi hanno fatto notare nei commenti che anche l’altro produttore di birra ha un collegamento con la mitica partita di Wembley: a quelli della mia generazione sarà venuto in mente questo video che ha per protagonista il ragionier Ugo Fantozzi, frittatona di cipolle e Peroni gelata.

* * *

Per restare su temi calcistici, durante questa settimana, vi ho raccontato l'origine del brand Puma, nota casa che produce abbigliamento sportivo che “veste”, come sponsor tecnico, la nostra nazionale. In questo video accenno alla storia di Rudi Dassler che fondò l’azienda: per questo il primo nome di Puma fu “Ruda”, proprio dalle iniziali del suo nome, vezzo che sembra essere di famiglia a giudicare dal fatto che il fratello, Adi Dassler, fece lo stesso con quello che oggi è un altro dei principali player nel settore dell'abbigliamento sportivo: sapete di chi sto parlando? Facile, per indovinare, basta giocare con le iniziali!

* * *

In tutto ciò sembrano essere passati in sordina i saldi, inaugurati in questi giorni in tutta Italia. Per me, ovviamente non è così: si tratta sempre una buona occasione per fare qualche video sulle vendite promozionali... Perché si tratta di una sconfitta? Perché nel disperato tentativo di mettere a posto i conti, troppo spesso si gioca con la fiducia del consumatore. E di questi tempi, non mi sembra proprio il caso, voi che dite?

Ps: per qualche consiglio su come fare affari durante i saldi, vi consiglio questo articolo.

Si parla di

Dalla vittoria degli europei alla sconfitta dei saldi

Today è in caricamento