Lunedì, 10 Maggio 2021
AAA... acquisti

AAA... acquisti

A cura di Massimiliano Dona

Stress da crisi: come difendersi

Oggi si sente continuamente parlare dell'aumento dello stress provocato dalla crisi economica e sociale che stiamo vivendo. Tuttavia sarebbe sbagliato liquidare con superficialità gli effetti negativi provocati dallo stress o avere la convinzione di non poter far nulla per risolverlo. Troppo spesso i consumatori legano lo stress a fatti unicamente oggettivi non rendendosi conto invece che ciascuno di noi può modificare le proprie risposte soggettive.

I dati sono inquietanti: il 70% degli italiani muore per malattie causate da stress (secondo uno studio del Dipartimento di Studi Clinici dell'Universita' "La Sapienza di Roma" in collaborazione AISIC). E' stato calcolato che solo nello scorso anno, l'importo per terapie da malattie causate da stress ha rappresentato più della metà della spesa sanitaria nazionale: secondo l'OMS in Italia il solo costo di giornate di lavoro perse a causa della depressione e degli atti auto-lesivi incide per 5 mld di euro all'anno!

Purtroppo non ci troviamo di fronte a una situazione di stress momentaneo: è come se fossimo sempre in guerra nel tentativo di far quadrare i conti e pagare quelle rate che avevamo assunto in un momento in cui il futuro sembrava sicuro. E’ questa situazione patologica (che viene definita "distress") a produrre risposte comportamentali inadeguate, anche negli abituali comportamenti di consumo: da un’esagerata attenzione per certe promozioni commerciali (pensiamo a chi accumula prodotti acquistati in offerta che poi magari finiscono nella spazzatura alla data di scadenza), ma anche a chi acquista compulsivamente online nella convinzione di affari sensazionali. Ed ancora può apparire paradossale che consumatori in preda allo stress da crisi economica mettano in atto comportamenti distruttivi: dall’adesione a impropabili “catene di Sant’Antonio” alla insana febbre per il gioco d’azzardo.

Eppure è così e per queste situazioni è necessario mettere in campo contromisure adeguate: osservo che stanno nascendo (anche presso le Università) veri e propri Corsi per la gestione dello stress e l'organizzazione del tempo. L’Unione Nazionale Consumatori sostiene queste iniziative nella convinzione dell’attenzione che si deve dedicare allo stress, considerato il forte senso di destabilizzazione che registriamo quotidianamente ai nostri sportelli sul sito www.consumatori.it.

Ecco perché, come accaduto ad esempio in Gran Bretagna, all’ordine del giorno del Governo deve aggiungersi un serio impegno per consentire al Servizio Sanitario Nazionale la possibilità di fornire adeguata assistenza psicologica alla cittadinanza: si stima che, così facendo, questo investimento si tradurrà presto in punti di Pil.

Si parla di

Stress da crisi: come difendersi

Today è in caricamento