rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Valori, non opinioni

Opinioni

Valori, non opinioni

A cura di Marilia Parente

Paga i contributi ai giovani senza lavoro: è don Angelo l'esempio da seguire

Questa volta, miei cari amici, mi soffermo su una news dal sapore buono. Protagonista della storia che intendo condividere con voi, è don Angelo Perego, il parroco della chiesa di Como che paga i contributi agli imprenditori che assumono giovani, come riportato dal Tg Com.  "E'  triste entrare in case dove sono rimasti solo i genitori perché i figli se ne sono andati lontano, partiti alla ricerca di un lavoro", ha spiegato. Con un'abile "manovra" in parrocchia, è riuscito a risparmiare diecimila euro, poi triplicati grazie all'intervento di Acli e Comune: quei soldi li impiegherà per aiutare gli imprenditori che assumeranno i ragazzi senza lavoro della sua parrocchia.

La parrocchia dei Santi Nazaro e Celso di Como coprirà loro i contributi per almeno un anno. "In questi anni abbiamo cercato di dare una mano in tanti modi ai nostri parrocchiani: gli orti per gli anziani, i corsi di cucito per le signore, ma i ragazzi meritavano di più - ha spiegato don Angelo - a loro serviva una speranza per tornare a credere nel futuro". Già trenta, gli imprenditori disposti a offrire un lavoro in cambio di una mano. "Spero che il nostro esempio possa essere imitato", ha aggiunto il sacerdote.

L'invito, dunque, è quello di spremere le meningi per fare della nostra vita qualcosa di buono, non solo per noi, ma anche per gli altri. Capita molto spesso di essere tentati dall'indifferenza e dalla voglia di scrollarsi i problemi di dosso. I propri e quelli altrui. Ma, alla lunga, fidatevi, ciò conduce la parte nobile di ogni anima all'apatia e all'infelicità, la cui antitesi, invece, si conquista trasformando la propria vita in fonte di gioia per tutti quelli che la incrociano.

E' questo che non deve mai sfuggirci. E se è vero che un esempio vale più di mille sermoni, dunque, possiamo dire che don Angelo ce lo ha fornito. Non esistono più scuse. Impieghiamo il nostro tempo per migliorare e costruire. Basta chiacchiere e lamenti. Tutto sta ad iniziare a volgere gli occhi verso il Cielo, riportando alla mente, nei momenti di stanchezza, persone che sono riuscite a far risplendere tutto il loro bagliore. Proprio come don Angelo.

Chi è Marilia

Si parla di

Paga i contributi ai giovani senza lavoro: è don Angelo l'esempio da seguire

Today è in caricamento