Mercoledì, 19 Maggio 2021
Ve lo do io il Fashion!

Ve lo do io il Fashion!

A cura di Valentina Rainone

Alla MFW la sfilata è... un viaggio in Italia

Sfilate come viaggi nella cultura italiana…Marras, Laura Biagiotti e Cucinelli ci hanno portato rispettivamente in Sardegna, a Roma e in Umbria.

Per presentare la nuova collezione 2021, lo stilista algherese Antonio Marras ha puntato sulla territorialità e questa volta non solo attingendo la sua ispirazione dalla tradizione sarda, ma puntando i riflettori sulla reggia nuragica di Barumini, sito archeologico tra i più importanti in Europa. Il messaggio è semplice ma potente, quello di una Sardegna unica e irripetibile. Uno video con un cast e una crew quasi interamente sardi, con l'intento di dimostrare che in Sardegna si è in grado di realizzare eventi con risorse locali degne dei grandi show di Milano, Parigi e New-York, anche grazie alla partnership con la Fondazione Sardegna Film Commission della Regione autonoma della Sardegna e al sostegno di Sardegna Teatro, della Fondazione Barumini Sistema Cultura e del Comune di Barumini. Il complesso nuragico di Barumini è tra i 55 siti italiani inseriti dall'Unesco nella World Heritage List poiché comprende l'esemplare meglio conservato di tutti i nuraghi sardi, importante testimonianza di come una comunità preistorica abbia saputo realizzare in modo fantasioso e innovativo i materiali e le tecniche costruttive dell'epoca. Tutti insieme, uomini e donne, in un corteo aperto da due bambini, camminano verso questo luogo sacro a chiedere l'intercessione alla dea del luogo per la fine della pandemia. Al tramonto la liberazione, con un ballo collettivo su musica dal vivo di un artista sardo.   

                                                        
Per la prima volta l’Ara Pacis ha ospitato una sfilata, quella di Laura Biagiotti, accompagnata da un'esibizione dell'etoile Eleonora Abbagnato, che ha danzato insieme a 6 ballerine del Teatro dell'Opera di Roma. La collezione è stata incentrata sulla sostenibilità, declinata in tinte che esaltano il marmo dell’altare dedicato alla pace dal primo imperatore, Augusto. Laura Biagiotti si occuperà anche del restauro della fontana della Dea Roma sulla piazza del Campidoglio, disegnata da Michelangelo, assieme ad Intesa Sanpaolo. Le modelle hanno indossato lunghi mantelli di alpaca bianco-latte o cappotti doppiati di cashmere lunghi alla caviglia. A chiudere lo show, che ha come spettatrice Laura Chiatti, un quadro di 10 spose che lancia la collezione sposa della maison.

Brunello Cucinelli ha messo in scena una sfilata in passerella, cosa rara per lui, anche se senza lasciare il suo quartier generale in Umbria e con una quindicina di modelle ferme in pose statiche. Brunello ha presentato un video completo girato all'interno di Solomeo, il paesino della metà del XIV secolo che ha amorevolmente restaurato e diventato il centro filantropico del suo impero della moda. L’incantevole località nella sua regione natale dell'Umbria costituisce un ambiente ideale per  Brunello. La telecamera vaga per i vicoli di mattoni e per i sentieri di Solomeo e fluttua sui campi arati. Scolpita nel marmo si visualizza una frase: Tributo all'Umanità dell’Uomo. Appare poi il cast di modelle, vestito con il cashmere dai toni morbidi firma caratteristica di Cucinelli. Cardigan intrecciati a intarsio in grigio pallido; cappotti dalle spalle morbide con revers sinuosi; pantaloni stile tuta in velluto a coste; piumini in cashmere a micro costine.  Tutto nei meravigliosi toni del celeste, bianco, beige: una grande e classica bellezza.

Si parla di

Alla MFW la sfilata è... un viaggio in Italia

Today è in caricamento