Martedì, 18 Maggio 2021
Ve lo do io il Fashion!

Ve lo do io il Fashion!

A cura di Valentina Rainone

Versace, per una donna che ha fiducia in sé stessa: le tendenze a cui ispirarsi

Chi di voi non conosce la storia di Versace? Il fondatore fu Gianni, negli anni 70, assieme al fratello Santo. Il creativo e il manager portarono assieme al successo lo storico brand della Medusa, da Reggio Calabria a Milano, e poi in tutto il mondo, mostrando al mondo una donna sfacciatamente sexy e glamour, un’estetica che segnò profondamente gli anni ’80 e ’90. Gianni Versace strappò a Parigi le modelle più belle e ne fece delle star che hanno esportato il Made in Italy nel mondo: la prima fu Stephanie Seymour, poi arrivarono Naomi Campbell, Cindy Crawford, Claudia Schiffer, Elle MacPherson e le altre; sfilarono per lui e posarono in gruppo per le campagne pubblicitarie più spregiudicate mai apparse fino ad allora, firmate dai più grandi fotografi della storia, da Richard Avedon a Mario Testino.

Il brand fu molto legato anche allo star system: da Madonna a Silvester Stallone alla principessa Diana, solo per citare qualche nome. Nel 1997, l'azienda ed il mondo intero furono sconvolti dalla notizia della morte di Gianni Versace, assassinato nella propria villa a Miami beach, da Andrew Cunanan. Dopo la tragica morte di Gianni, è toccato alla sorella Donatella, già dall’89 direttrice creativa della seconda linea Versus, il compito di traghettare Versace nel nuovo millennio, continuando ad incantare con la Medusa, simbolo del brand. Lo show di Versace è andato in onda il 5 marzo 2021, fuori dal calendario milanese e, come sua consuetudine, è iniziato con le super modelle di oggi, Irina Shayk, Gigi e Bella Hadid, Vittoria Ceretti, fresca di Sanremo: tutte donne dalla super silhouette. Continuano dunque i casting stellari! Nel 2017 Donatella Versace riportò sulle passerelle tutte le splendide over 40, Claudia Schiffer, Cindy Crawford, Carla Bruni, Naomi Campbell, per celebrare il fratello Gianni, a 20 anni dalla morte.

Versace, lo show del 5 marzo e le tendenze a cui ispirarsi

Lo show del 5 marzo ha mostrato un labirinto, come quello di Cnosso del Minotauro, abitato da super donne dalla bellezza mitologica, appunto. “Le top model sono come le attrici, sono capaci di dare vita agli abiti, come quando si interpreta un personaggio “, dice Donatella Versace. Versace lascia spazio anche alla bellezza curvy di Precious Lee, modella plus size che ha contribuito a modificare totalmente l’approccio della moda verso un fisico diverso da quello solitamente visto nelle passerelle. Versace l’ha scelta per rappresentare una moderna Medusa, puntando alla diversità: Precious è l’esempio per tutte le donne che vogliono ottenere a tutti costi ciò per cui lottano.

La collezione per il prossimo inverno sceglie come tema ricorrente il motivo a Greca, unito al logo Versace, reinterpretato come un labirinto dall'effetto 3D. Lo stesso motivo diventa la cornice della sfilata, con il video ambientato in un dedalo verticale da cui le modelle escono solo a fine sfilata. Per la donna domina il corto: canotte bustier che lasciano scoperta la pancia, gonne a trapezio, pantaloni accorciati, abiti di maglia metallica semplici come una T-shirt e sandali con plateau. In testa, foulard con la nuova stampa graffito a forma di smiley Medusa, in mano o sulle spalle le nuove borse La Greca. Tinte forti, dal nero ai toni fluo, per trasmettere potere e fiducia in sé stessi. 

Si parla di

Versace, per una donna che ha fiducia in sé stessa: le tendenze a cui ispirarsi

Today è in caricamento