rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Arredare

Come arredare una camera mansardata puntando su stile e comodità

La camera mansardata ha un fascino intramontabile e può essere valorizzata con i giusti accorgimenti

Travi a vista, tetto spiovente e dimensioni irregolari: queste sono le caratteristiche della mansarda che le donano un fascino indiscutibile. È vero che le dimensioni non sono generose e in alcuni casi ci sono travi impossibili da rimuovere, ma se valorizzate le mansarde diventano camere dallo stile inconfondibile in cui il design e la bellezza la fanno da padroni.

Realizzare un buon isolamento

La mansarda corrisponde con il sottotetto abitabile delle case e proprio perché si trova sotto la copertura dell’appartamento è sottoposta a sbalzi termici. Per evitare di soffrire il freddo in inverno o vivere in un ambiente eccessivamente caldo in estate l’isolamento assume un ruolo centrale. La prima cosa da fare quindi è procedere con la coibentazione del pavimento utilizzando pannelli rigidi realizzati in poliuretano espanso. Successivamente si devono proteggere  le pareti realizzando il cappotto termico interno, attraverso pannelli coibentati che poi verranno rivestiti e verniciati. Pur essendo una soluzione molto efficace ha il limite di ridurre leggermente lo spazio interno. Infine non resta che isolare il tetto con pannelli o materiale isolante perché è proprio attraverso questo elemento che si ha la maggiore dispersione del calore.

Inondare la mansarda di luce

Il punto di forza della mansarda di sicuro non è la luce perché non ha finestre, la soluzione ideale sarebbe quella di installare più lucernari. Disponibili in materiali e forma differenti, oltre ad illuminare, hanno il vantaggio di assicurare una buona areazione. Se la luce naturale non è sufficiente, allora un aiuto arriva da quella artificiale utilizzando lampade sospese e faretti a incasso in punti strategici come il sottotetto. Infine, per far sembrare l’ambiente più luminoso una mano ce la danno anche i colori. In questo caso dobbiamo puntare su pareti bianche e pavimenti chiari.

Scegliere l’arredamento adatto

Suggestiva e affascinante, la mansarda ha il limite di avere poco spazio a disposizione per potersi muovere. Per viverci comodamente almeno una parte della camera deve essere alta 1,80 m. Negli spazi sotto gli spioventi naturalmente lo spazio è più basso, ma per compensare e regalare all’ambiente una sensazione di profondità possiamo giocare con i colori. Ad esempio le pareti devono avere una tinta chiara dal battiscopa al soffitto. Lo stesso soffitto deve essere tinteggiato con colori di tonalità più chiare rispetto ai muri come il bianco o il grigio chiaro. Se amiamo lo stile moderno e vogliamo dare carattere alla camera possiamo osare realizzando delle linee verticali che regalano una sensazione di altezza alla stanza.

Anche i mobili vanno scelti con cura, perché devono essere funzionali e non ingombrare lo spazio. Quelli bassi, come le panche contenitori sono la scelta ideale per avere un mobile della giusta dimensione e nello stesso è un modo per recuperare spazio. A questi arredi vanno affiancati quelli realizzati su misura per adattarsi meglio all’ambiente.

Anche il letto deve essere ben pensato: oltre a posizionarlo al centro della stanza in corrispondenza del lucernario per avere la giusta illuminazione, deve essere anche un letto contenitore per uno spazio extra in cui conservare l’abbigliamento o la biancheria. Infine per agevolare il passaggio attorno al letto ci devono essere preferibilmente 60 cm così da poterci muovere agevolmente.

Letto matrimoniale con contenitore, il modello più pratico ed efficiente 

Prodotti online

Lucernario

Faretti a Led

Letto contenitore

Panca contenitore

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come arredare una camera mansardata puntando su stile e comodità

Today è in caricamento