rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Casa

Conoscevi questi trucchi naturali per far rifiorire le orchidee?

L’orchidea è una delle piante più diffusa in casa: per far crescere i suoi fiori belli e colorati ecco alcuni trucchetti utili

Con i suoi fiori colorati l’orchidea è in grado di dare un twist in più a ogni ambiente. Nonostante la fioritura sia lunga e rigogliosa c’è un periodo dell’anno in cui i fiori cadono e sembra che non possano ritornare. In realtà è il normale ciclo rigenerativo della pianta, ma per far sì che ritorni ad essere come prima ci sono dei piccoli accorgimenti, del tutto naturali da prendere in considerazione.

La luce è fondamentale

orchidea-10

Per ogni pianta la luce è importantissima, lo è ancora di più per l’orchidea perché se posizionata nel punto sbagliato potrebbe avere difficoltà a rifiorire. Anche se l’orchidea trae nutrimento dai raggi solari, questi non devono essere diretti e forti, perché potrebbero danneggiarla. Per questo motivo in inverno sistematela vicino a una finestra ma con la schermatura fornita dalla tende, in modo tale da essere protetta dalle basse temperature.

In primavera o estate potete anche lasciarla all’esterno, l’importante è che sia un posto ombreggiato. Se invece non avete un balcone mettetela sempre vicino alla finestra in una zona a mezz'ombra e in un punto arieggiato.

La potatura va eseguita con attenzione

Periodicamente le piante devono essere potate per far sì che crescano più rigogliose eliminando i rami vecchi. Per l’orchidea vale lo stesso, visto che solo eliminando le parti danneggiate si stimola la produzione di nuovi boccioli. Per aver una pianta sana e forte, però, la potatura si effettua quando la fioritura è finita.

L’orchidea e la temperatura

orchidea-11

L’orchidea è molto sensibile alla temperatura, tanto che per stimolare la sua fioritura potete sottoporla allo shock termico. Quest’ultimo consiste nell’esporre la pianta a un cambiamento di temperatura nel corso della giornata arrivando fino a 5-10 gradi di differenza tra il giorno e la notte. Ad esempio se le temperature non sono eccessivamente basse in inverno o in primavera, di notte trasferite l’orchidea all’esterno. In ogni caso, l’importante è tenerla lontana dalle fonti di calore e dai termosifoni.

Arredare casa con fiori e piante: come sfruttare il flower design 

I rimedi naturali alternativi per far fiorire l’orchidea

Oltre alla temperatura e all’esposizione alla luce, ci sono altri metodi naturali per far rifiorire l’orchidea. Uno dei più gettonati è quello di utilizzare i gusci d’uovo ricchi di calcio, minerali e potassio. Una volta puliti e ridotti in polvere, dovete farli bollire in acqua calda e quando il liquido sarà freddo vi basterà filtrarlo per annaffiare la pianta.

Un’altra soluzione è quella di utilizzare l’acqua di cottura del riso ricca di vitamina B. Facendo attenzione a non salarla, una volta fredda potete usarla al posto dell’acqua normale per l’annaffiatura.

Anche il latte diluito con l’acqua, infine, è un’ottima fonte di nutrienti per l’orchidea al punto da farla crescere più sana e forte.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Conoscevi questi trucchi naturali per far rifiorire le orchidee?

Today è in caricamento