Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024
Storie

Che cos’è questa strana moda dei croissant giganti?

Non chiamatela americanata: da Parigi e Londra è arrivato un nuovo trend che riguarda la prima colazione. E ha già messo piede in Italia

Negli ultimi mesi hanno spopolato su Instagram e Tik Tok i video di persone, semplici utenti o content creator, che mangiavano cornetti di dimensioni esagerate, staccandoli a pezzi oppure intingendoli in normali tazze di cappuccino. La maggior parte dei video viene girata nella sede londinese del marchio di pasticcerie francesi del pastry chef di fama internazionale Philippe Conticini (classe 1963).

@londonultimateguide XXL CROISSANT by @Philippe Conticini in London 🥐 💰£25  #CapCut #croissant #tiktokviral #viralvideo #viraltiktok #londontiktok #londonfood #giantcroissant #londonfoodie #londonfoodguide #bakery ♬ Barbie World (with Aqua) [From Barbie The Album] [Extended] - Nicki Minaj & Ice Spice & Aqua

Quest’ultimo ha lavorato in diversi ristoranti di profilo internazionale e in più paesi, tra cui Francia, Giappone e Regno Unito. A Parigi Conticini gestisce quattro negozi con nomi diversi e a lui sono attribuite numerose innovazioni nel campo della pasticceria: per esempio è ritenuto l’inventore delle Verrine, i dolci al bicchiere che vengono serviti in verticale anziché sul piatto. Ha ricevuto numerosi premi, ha scritto più di quindici libri, ha rivisitato tutti i classici della pasticceria francese, “proprio come Ferran Adrià ha fatto con la paella” ha detto di lui Joël Robuchon.

I croissant e pain au chocolat XXL di Philippe Conticini

I dolci XXL, o i “cornetti giganti” come vengono chiamati nella comunicazione di Conticini e dai suoi fan, al loro arrivo a Londra (avvenuto nel 2020, dopo che Conticini aveva chiuso due negozi nel 2016 dal giorno alla notte) hanno permesso di accrescere la fama – già molto ampia – del noto pasticciere e dei suoi negozi. I lievitati giganti sono principalmente di tre tipologie: i croissant al burro, i pain au chocolat e i pain suisse. Vengono realizzati solo in piccole quantità e possono sfamare 8 commensali, poiché, come scritto sul canale ufficiale “questi cornetti sono molto più complessi da fare per i team di produzione”. In seguito, è stato anche annunciato che i cornetti giganti erano disponibili per essere ordinati sul sito web del pasticciere e che sarebbe arrivato un quarto pezzo in versione mega: il croissant roll nato a New York e divenuto famoso in tutto il mondo. Il prezzo? 37€ per il pain au chocolat e 32€ per il croissant semplice.

Un pain au chocolat gigante

Come i croissant diventano virali

Conticini è riuscito nell’impresa di rendere virali dei dolci in un momento in cui sui social si è susseguita una moda dopo l’altra: il croissant cubico arrivato dalla Svezia, il croissant roll di New York, prima ancora il cronut di Dominique Ansel, sempre da New York, e il croffle, un misto tra croissant e waffle, ma anche il cruffin della pasticceria Lune di Melbourne. Nonostante la popolarità dei croissant e la loro origine, era diverso tempo che un dolce francese non si prendeva la scena. E anche se le immagini restituiscono scene un po’ grottesche, di enormi croissant difficili da maneggiare e da gestire, il successo è stato cristallino. Da lì la moda – che forse aveva avuto già qualche esempio in precedenza – si è diffusa così rapidamente da toccare anche l’Italia. Per esempio il croissant XXL si può trovare da Aroma Napoletano a Milano che li prepara con l’impasto del cornetto ischitano in diverse varianti, ma anche da De Santis Santa Croce dove il cornetto gigante pesa un chilo.

@foodwtf Start your weekend by indulging in a giant croissant🥐 at📍#AromaNapoletano in #Milan #Italy 🇮🇹 🎥 @aromanapoletanomilano #foodietiktok #foodieeats #milano #milanrecommendations #visitmilan ♬ RED RUBY DA SLEEZE X HOLD YUH - ALTÉGO

La moda e l’attrazione dei cibi giganti

Ma cosa ha spinto tante persone ad apprezzare un prodotto semplicemente perché fuori misura? I fattori sono diversi: l’impatto dei social, il fattore novità e anche l’elemento curiosità. Infine la presenza di alimenti enormi è di molto precedente a questi casi che – siamo sicuri – adesso si espanderanno a macchia d’olio in molte pasticcerie della maggiori capitali internazionali. Mozzarelle, pizze, tiramisù oversize vengono realizzate spesso durante campionati e record registrati. Ci sono anche casi, come quelli della pizza al metro, dove le dimensioni sono ritenute rilevanti per definire il prodotto. Oppure semplicemente, si sfrutta l’effetto gola e foodporn per avere maggiore impatto sugli utenti e i clienti. E Conticini c’è riuscito alla grande.

Leggi il contenuto integrale su CiboToday

Leggi il contenuto integrale su CiboToday

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Today è in caricamento