rotate-mobile
Domenica, 10 Dicembre 2023
Cinema

"Tutta colpa di Freud": al cinema amore e psicanalisi

Dal 23 gennaio nelle sale l'ultima commedia di Paolo Genovese con Giallini nei panni di uno psicanalista. Nel cast Gassman, Gerini, Puccini e Foglietta

Un padre psicanalista alle prese con i problemi d'amore delle tre figlie: è questa la storia di "Tutta colpa di Freud", la commedia sentimentale di Paolo Genovese nelle sale dal 23 gennaio. Vittoria Puccini interpreta la figlia romantica, Anna Foglietta è la figlia gay che decide di diventare etero, Laura Adriani la diciottenne che si innamora del 50enne immaturo (Alessandro Gassman), in crisi con la moglie (Claudia Gerini).

"Non sono certo uno che va un anno in analisi per fare un film, ma devo dire che questo psicanalista mi è piaciuto molto: è una bellissima persona, vorrei un amico così" ha confessato Giallini. Il suo personaggio è quello a cui ruotano intorno le varie storie e vicende amorose, in una sceneggiatura originale e equilibrata.

Il tema della diversità attraversa le storie dei vari personaggi, dall'amore gay all'handicap del fidanzato della Puccini (Vinicio Marchioni), sordomuto. "E' una diversità che vuole diventare normalità" ha affermato Foglietta. Protagonista del film è anche una Roma insolita, ripresa con grande raffinatezza: "Il centro di Roma non viene mai raccontato perché è sempre sotto i nostri occhi - ha detto Genovese - Il mio è stato un tentativo di riportare Roma al centro del film". Il regista è molto soddisfatto del lavoro, soprattutto della sceneggiatura senza dubbio originale.

Il film, che è una produzione Medusa realizzata da Lotus Production, è costato sei milioni di euro.


 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Tutta colpa di Freud": al cinema amore e psicanalisi

Today è in caricamento