rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Città Roma

Abbandona in casa senza cibo la figlia disabile: "Non ne potevo più"

Una donna, romana, di 64 anni, ha lasciato chiusa in casa senza cibo e farmaci nel weekend la figlia con disturbi psichici

ROMA - "Non ne potevo più, ero esasperata da mia figlia". Una donna, romana, di 64 anni, ha lasciato chiusa in casa senza cibo e farmaci (non è ancora chiaro per quanto tempo) nel weekend la figlia quarantenne con disturbi psichici.

La scoperta nella tarda mattinata del 5 agosto dopo che una segnalazione ha indicato al 112 la presenza di grida d'aiuto da una casa di via dell'Archeologia.

Sul posto sono giunti i carabinieri della stazione di Tor Bella Monaca che, avendo constatato la presenza di una donna che urlava da dietro la porta di un'abitazione, hanno atteso il ritorno della madre. Entrati in casa i militari hanno trovato la disabile in condizioni igienico-sanitarie precarie. La figlia 45enne è stata quindi trasportata in ospedale per le cure del caso.

I carabinieri, diretti dal capitano Giuseppe Iacoviello, in attesa dell'arrivo della donna hanno ascoltato alcuni testimoni che hanno riferito loro come le urla si fossero ripetute durante tutto il fine settimana. L'abbandono per tutto il week end non è stato confermato però dalla madre che ai militari ha riferito di essersi assentata solamente per qualche ora in tarda mattinata.

La donna ha poi aggiunto di essere stufa di accudire la figlia, soprattutto nel fine settimana, giorni in cui il servizio degli assistenti sociali per i diversamente abili è sì previsto, ma solo a ore limitate. La donna rischia di essere denunciata per il reato di abbandono di incapace.

La disabile, che urlava e chiedeva della mamma, nonostante la brutta vicenda è tornata a riabbracciarla. (DA ROMA TODAY)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abbandona in casa senza cibo la figlia disabile: "Non ne potevo più"

Today è in caricamento