rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Città Foggia

Foggia, molestie sessuali a scuola: violentatore incastrato dal video

Ai domiciliari un 21enne: almeno quattro i casi accertati dalla polizia, altrettanti quelli sui quali si sta continuando ad indagare. E non si esclude che ve ne siano ancora altri, non denunciati per timore o vergogna

Agiva a piedi o a bordo della Renault Clio di famiglia. Con scuse banali richiamava l’attenzione di giovanissimi studentesse di alcune scuole medie e superiori della città per poi palpeggiarle o farsi sorprendere durante atti di autoerotismo. Episodi che avvenivano o all’uscita di scuola, camuffando le molestie nella calca di auto e studenti, oppure nei pressi delle fermate degli autobus.

I FATTI. Quattro i casi accertati, altrettanti quelli sui quali sta continuando ad indagare la squadra mobile di Foggia. E non si esclude che ve ne siano ancora altri, non denunciati per timore o vergogna. A diventare l’incubo delle studentesse è un 21enne foggiano, incensurato, che dovrà rispondere dei reati di violenza sessuale ai danni di minorenni, tentata violenza sessuale, tentato sequestro di persona, correzione di minorenni e atti osceni.

L'ARRESTO. Il giovane è stato sottoposto alla misura degli arresti domiciliari, nonostante la procura di Foggia avesse inoltrato la richiesta di custodia cautelare in carcere. Le indagini sono partite a seguito di alcune denunce presentate dai genitori delle studentesse molestate sessualmente da un giovane uomo.

COSI MOLESTAVA LE STUDENTESSE: IL VIDEO

foggia arresto video-2

LE MOLESTIE. Tutti casi analoghi e con numerosi punti di contatto: il 21enne tentava un approccio con le scuole più disparate per poi palpeggiare le ragazzine o attirarle a sé verso la macchina dove lui stava compiendo atti di erotismo. Tutti atti avvenuti nelle vicinanze delle scuole ‘Giannone’, ‘Zingarelli’ e ‘Leopardi-Foscolo’, nel periodo di tempo compreso tra gennaio e marzo.

LE TELECAMERE. A supportare le indagini, le telecamere di sistemi di videosorveglianza delle attività commerciali della zona che hanno permesso di individuare l’auto in uso al giovane molestatore seriale e poi risalire alla sua identità. Si tratta, spiegano dalla questura, di un giovane incensurato, di buona famiglia e che aveva da poco trovato un impiego in città.

L'APPELLO. Agiva quasi sempre in un raggio di circa 1 km dalla sua abitazione, dove vive con i genitori, in modo tale da potersi dileguare e nascondere subito dopo il fatto. La polizia teme che possano esserci altre giovani studentesse vittime delle perversioni del giovane e invitano loro a denunciare l’accaduto. Continua a leggere su Foggia Today

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Foggia, molestie sessuali a scuola: violentatore incastrato dal video

Today è in caricamento