rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Brescia

Accoltellano la sorella mentre dorme: arrestati due gemelli di 17 anni

La folle aggressione è avvenuta nella notte tra venerdì e sabato a Polevano, in provincia di Brescia: la ragazza è stata colpita con un coltello ed un'ascia

Due fratelli gemelli di 17 anni, appassionati di sport e iscritti alla scuola superiore, sono stati arrestati dopo aver accoltellato nel sonno la sorella di 22 anni, colpendola diverse volte con un coltello e un'ascia. È successo a Polevano, in provincia di Brescia: una vicenda che ha sconvolto l'intera comunità e sui cui sono ancora molti gli interrogativi senza risposta.

Follia a Polevano: accoltellano la sorella nel sonno

La folle aggressione è avvenuta nella notte tra venerdì e sabato, intorno alle 3, i due fratelli gemelli armati di ascia e coltello hanno raggiunto la camera da letto della sorella e l'hanno colpita più volte, prima di darsi alla fuga a piedi. Ambulanze e pattuglie dei carabinieri hanno raggiunto l'abitazione della famiglia - in via Castello, a pochi passi dalla piazzetta del paese - soccorrendo la ferita, trasportata poi in codice rosso all'ospedale Civile di Brescia. Sottoposta a operazione urgente, la ragazza non è in pericolo di vita: fortunatamente i fendenti non hanno leso organi vitali, pur provocando ferite gravi tra il collo e l'orecchio destro.  

Mentre la giovane veniva soccorsa, i due gemelli erano in fuga. Solo nella mattinata di ieri i carabinieri li hanno individuati ed arrestati, mentre camminavano lungo una strada a Ponte Zanano, in Valle Trompia. Portati in caserma, sono stati interrogati dal magistrato Maria Cristina Bonomo. Uno dei due è stato accompagnato in ospedale, dove è piantonato in attesa di essere operato a una mano, ferita nell'aggressione alla sorella, l'altro è già stato trasferito al carcere minorile Meucci di Firenze. 

Gemelli arrestati, la 22enne è fuori pericolo

Intanto arrivano buone notizie dall'ospedale in cui era stata ricoverata la 22enne: la ragazza è stata operata due volte ma almeno ora è stata dichiarata fuori pericolo.  Gli inquirenti, coordinati dalla pm Maria Cristina Bonomo, sono al lavoro per ricostruire quanto successo, anche se la dinamica appare abbastanza chiara: resta da capire il perché di quel folle gesto, probabilmente per futili motivi.

I due ragazzi sono già stati sentiti la prima volta poche ore dopo l'accaduto: uno di loro si trova a Firenze, nel carcere minorile, l'altro invece è ancora a Brescia ma in ospedale, ricoverato per via delle ferite riportate alla mano. Anche questo dettaglio, per il momento, è materia oscura: potrebbe essersi ferito per sbaglio, forse per la reazione della sorella, oppure essere stato colpito (ancora per sbaglio) dal fratello. E se invece fosse autolesionismo, dopo quanto successo? Tutto è possibile.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accoltellano la sorella mentre dorme: arrestati due gemelli di 17 anni

Today è in caricamento