Lunedì, 1 Marzo 2021
Bologna

Ragazzi fumano sul bus, l'autista li rimprovera e loro lo prendono a calci e pugni

Aveva chiesto loro di buttare la sigaretta e mettere la mascherina, ora i carabinieri lanciano un appello: "Chi ha visto ci chiami"

Carabinieri della Stazione Bertalia sono alla ricerca dei responsabili del pestaggio di un’autista Tper. È successo poco prima delle 16 di ieri, 9 ottobre, nella zona di viale Palmiro Togliatti.

La Centrale del 112 ha ricevuto la chiamata di una signora a bordo di un mezzo della Linea 19, fermo alla fermata “Togliatti”: chiedeva aiuto perché alcuni ragazzi stavano malmenando l’autista, cisì sul posto sono arrivati i Carabinieri del Nucleo Radiomobile per soccorrere il dipendente Tper, 47enne italiano, in forte stato di agitazione. 

Si rifiuta di indossare la mascherina sul bus, arrivano i carabinieri 

Come spiega BolognaToday il conducente ha riferito ai militari di essere stato preso a calci e pugni da una coppia di ragazzi, rimproverati perchè stavano “fumando in santa pace”, seduti sui sedili in coda del mezzo. Oltre a ricordare loro che sui mezzi pubblici vige il divieto di fumare, li aveva ripresi perché non indossavano la mascherina di protezione, come previsto dalla normativa sul contenimento del coronavirus. I due ragazzi, forse minorenni, hanno risposto prendendo a pugni l’autista che è sceso di corsa dal bus. Ma non era finita. Lo hanno inseguito per picchiarlo di nuovo in strada, poi sono fuggiti. Soccorso dai sanitari del 118, è stato trasportato al Pronto Soccorso dell’Ospedale Maggiore di Bologna per accertamenti.

L'appello dei Carabinieri: "Per eventuali segnalazioni sui due aggressori, è possibile rivolgersi alla Stazione Bologna Bertalia: via Agucchi 118, Bologna, Tel: 0516347434".  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazzi fumano sul bus, l'autista li rimprovera e loro lo prendono a calci e pugni

Today è in caricamento