rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Città Roma

Un discendente del Papa lancia stelle ninja sui passanti

Ranieri Adami Piccolomini è un nobile discendente di Papa Pio II e a Roma è conosciuto come il "Conte Nero". Ieri è tornato al centro delle cronache cittadine

ROMA - Si torna a parlare di Ranieri Adami Piccolomini, nobile discendente di Papa Pio II ormai conosciuto come il 'Conte Nero'. L'ultima follia, ieri pomeriggio tra le vie di Trastevere, quando il nobile rampollo romano ha prima mandato all'ospedale un 75enne ferendolo al collo con una stella ninja di circa 20 centimetri in piazza de' Renzi per poi accanirsi contro un 52enne sardo, preso a pugni pochi minuti dopo in via di San Cosimato.

Le due violente aggressioni, avvenute a poca distanza l'una dall'altra, non sono passate inosservate ad una pattuglia di agenti in servizio straordinario predisposto dal questore di Roma a Trastevere in occasione della giornata di festività, che hanno bloccato il 41enne con un passato da pugile e culturista in via Gustavo Modena. I due feriti sono stati soccorso dai sanitari del 118 e trasportati nel vicino ospedale Fatebenefratelli dove sono stati medicati e refertati. Ranieri Adami Piccolomini è stato portato al commissariato Trastevere, ancora sporco di sangue e arrestato con l'accusa di lesioni

Nobile romano non nuovo a risse del genere, l'ultima "apparizione" del Conte Nero risale allo scorso 30 aprile 2013, quando Ranieri Adami Piccolomini venne curato in ospedale in seguito ad una rissa scoppiata sempre a Trastevere con un 38enne originario della Basilicata ed un cittadino tedesco di 51 anni, entrambi nella Capitale senza fissa dimora. Sempre ad aprile, ma del 2012 il discendente di Papa Enea Silvio Piccolomini ruppe il naso ad un cittadino del Bangladesh in piazza dei Crociferi, pochi giorni dopo essere stato denunciato per aver aggredito in vicolo del Cinque altri tre cittadini bengalesi di età compresa tra i 16 e i 41 anni. Le vicissitudini del Conte Nero portano anche la data del 24 novembre del 2011 quando l'allora 36enne, ai domiciliari per il reato di maltrattamenti in famiglia, venne fermato dai carabinieri in via delle Palme a Centocelle, fuori dalla propria abitazione dove sarebbe dovuto essere agli arresti. Una serie di atti violenti che hanno visto 'Il Conte Nero', soprannominato così per le sue simpatie di estrema destra, comparire per la prima volta sulle pagine delle cronache giudiziarie nel 1996 quando Ranieri Adami Piccolomini fu processato e poi scagionato dall'accusa di omicidio per la morte di Paolo Segatori, 23enne viterbese il cui corpo venne trovato cadavere con venti coltellate. (da RomaToday)

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un discendente del Papa lancia stelle ninja sui passanti

Today è in caricamento