Mercoledì, 14 Aprile 2021
Brindisi

Chiama il 113 e mente: "Ho ucciso una persona". Quando arrivano i poliziotti li prende a testate

Quando è arrivata la chiamata al 113, una volante si è recata subito all'indirizzo indicato, trovando l'uomo ad attenderli sul pianerottolo di casa, cosparso di cocci di vetro

Foto archivio

Follia a Brindisi. Un uomo ha telefonato alla polizia dicendo di aver appena commesso un omicidio. Fortunatamente ciò non era vero, ma quando poi gli agenti sono arrivati nella sua abtazione li ha aggrediti con inaudita violenza. I poliziotti hanno arrestato O.C., 44 anni, pregiudicato per reati contro il patrimonio e contro la persona, e attualmente agli arresti domiciliari.

Quando è arrivata la chiamata al 113, una volante si è recata subito nella sua abitazione, trovandolo ad attenderli sul pianerottolo di casa, cosparso di cocci di vetro derivanti dalla rottura di varie bottiglie di bevande alcooliche. Quando ha visto i poliziotti, l'uomo ha afferrato un manico di scopa e si è scagliato contro di loro, colpendoli ripetutamente. Inoltre li ha insultati con frasi offensive e li ha minacciati di morte. Gli agenti hanno contenuto la sua violenza, vincendone la resistenza e riuscendo infine a bloccarlo. Sono rimasti però feriti dai colpi di bastone e da una testata che ha interessato uno dei poliziotti.

Dopo aver informato il pubblico ministero di turno, gli agenti lo hanno arrestato per minaccia aggravata a pubblico ufficiale, resistenza e lesioni aggravate a oltre che per evasione, avendo violato le prescrizioni relative agli arresti domiciliari cui era sottoposto. L'uomo era già agli arresti domiciliari per atti persecutori nei confronti di un vicino di casa: il 5 maggio scorso era stato denunciato dalla Sezione Volanti per aver nuovamente dato fuoco all'auto del vicino, nonché per evasione.

Non sopporta più la madre: evade dai domiciliari e si consegna alla Polizia

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiama il 113 e mente: "Ho ucciso una persona". Quando arrivano i poliziotti li prende a testate

Today è in caricamento