Lunedì, 26 Luglio 2021
Città Avellino

Si dimenticano l'ago nell'inguine della paziente: medici condannati

Sono stati condannati in primo grado due medici ed un assistente di sala operatoria. I fatti risalgono al 2008, presso l'ospedale Criscuoli di Sant’Angelo dei Lombardi

Foto da Il Mattino

Si erano dimenticati un ago nell'inguine della paziente: condannati in primo grado due medici ed un assistente di sala operatoria. I fatti risalgono al 2008, presso l'ospedale Criscuoli di Sant’Angelo dei Lombardi. Francesca Giacobbe di Flumeri, allora 66enne, fu sottoposta ad intervento chirurgico. Dopo l'intervento, che non presentò problemi, la donna venne dimessa ma la signora aveva dolori lancinanti e difficoltà a deambulare. Poi un'emorragia, scrive il Mattino.

"Mi fu detto che quei disturbi derivavano dal decorso post operatorio" dice la donna, che tornò in ospedale. Un esame esrguito all’unità operativa di radiologia e diagnostica dell’ospedale Maggiore “Pizzardi” di Bologna svelò quale fosse la causa dei dolori della signora Giacobbe.  C'era un ago di sutura, dimenticato nella zona inguinale. Nel referto si legge: "Si segnala la presenza di un corpo estraneo a densità metallica, filiforme a morfologia arcuata, localizzato in emiscavo pelvico destro".

L'avvocato Angelo Ianniciello spiega al Mattino: "Da allora abbiamo strutturato la nostra battaglia legale che ha avuto un concreto riscontro". I tre sono stati condannati anche al risarcimento dei danni in sede civile.

La notizia su AvellinoToday

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si dimenticano l'ago nell'inguine della paziente: medici condannati

Today è in caricamento