rotate-mobile
Domenica, 5 Febbraio 2023
Incidenti stradali

Venezia, muore a 15 anni dopo uno schianto in moto

Ieri l'incidente e la corsa in ospedale dove Alberto Bettin è arrivato in condizioni disperate. Il suo cuore ha smesso di battere alle 2.30 di notte. Increduli gli amici: "Eravamo convinti che ce l'avrebbe fatta"

La speranza si è spenta nella notte. È morto in ospedale il ragazzo di 15 anni rimasto vittima intorno alle 18 di ieri di un gravissimo incidente stradale a Camponogara, piccolo centro alle porte di Venezia.

Purtroppo gli sforzi dei medici si sono rivelati vani, nonostante l'immediato intervento cui è stato sottoposto l'adolescente. Verso le 2.30 il cuore di Alberto Bettin ha smesso di battere, al termine di prolungate manovre rianimatorie.

Fin da subito si era capito che la situazione era piuttosto preoccupante: la vittima si trovava su una moto da enduro quando, per cause ancora al vaglio dei carabinieri, ha perso il controllo del mezzo uscendo di strada in corrispondenza di una lieve curva verso sinistra. La sua moto è finita contro alcuni blocchi di cemento, mentre lui è stato soccorso nel fossato. Alle prese con diversi traumi alla testa e al torace.

A un metro un lampione che riportava i segni dell'impatto del motociclo. Sul posto i sanitari del 118 hanno chiesto l'intervento dell'elicottero del Suem, dopodiché il trasferimento d'urgenza all'ospedale dell'Angelo di Mestre dove Alberto è morto nella notte. 

"PENSAVAMO CHE CE L'AVREBBE FATTA"

 Alberto avrebbe compiuto 16 anni a settembre. "Lo vedevamo ogni giorno nel tragitto per andare a scuola, a bordo del treno per Mestre", raccontano gli amici a VeneziaToday. "Di lui abbiamo i bei ricordi dei tempi delle scuole medie, la gita insieme a Parigi. Era sorridente, solare. Aveva sempre voglia di scherzare. A scuola se la cavava, un bravo ragazzo". 

In paese lo sentivano spesso girare con la sua moto, era conosciuto e da tutti considerato una persona a modo, come la sua famiglia. "Non ci potevamo credere. Abbiamo saputo dell'incidente ma eravamo convinti che ce l'averebbe fatta, era un ragazzo forte".

Purtroppo le cose sono andate diversamente. "Sono arrivato da pochi mesi quindi non lo conoscevo personalmente", dichiara il parroco di Prozzolo, don Simone Bottin. "Le catechiste mi hanno però detto che Alberto era un giovane senza troppi fronzoli, su cui avevano un giudizio molto positivo. E' un grande dispiacere".

La notizia su VeneziaToday

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Venezia, muore a 15 anni dopo uno schianto in moto

Today è in caricamento