Sabato, 25 Settembre 2021
Città Trapani

"Tangenti per assumere il figlio": arrestato sindaco di Pantelleria

Il primo cittadino dell'isola nel trapanese è agli arresti domiciliari. Già condannato per estorsione e poi assolto in appello

PANTELLERIA (TRAPANI) - Alberto Di Marzo, sindaco dell'isola di Pantelleria in provincia di Trapani, è stato arrestato con l'accusa di corruzione aggravata. Secondo i magistrati della procura di Marsala, il primo cittadino dell'isola, eletto con una lista civica nel maggio del 2010, avrebbe intascato una tangente da 10 mila euro da un imprenditore edile di Alcamo in cambio dell'assunzione del figlio di quest'ultimo come dirigente di un settore del Comune. Al sindaco sono stati concessi gli arresti domiciliari.

Già nel 2002 Di Marzo fu arrestato con l'accusa aver messo in atto estorsioni nei confronti di alcuni imprenditori. Per quella vicenda venne condannato a 3 anni e sei mesi di reclusione, venendo poi assolto in appello.

Di Marzo era stato rieletto sindaco il 31 maggio 2010 con il 62,56% di voti, appoggiato dalla lista civica "Pantelleria libera", battendo l'ex primo cittadino Salvatore Gabriele (33,59%) e Giovani Paternò (3,85%).
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Tangenti per assumere il figlio": arrestato sindaco di Pantelleria

Today è in caricamento