rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Ravenna

Alberto Ferrero: il consigliere di Fratelli d’Italia con il Green Pass falso 

Il politico di Ravenna si difende dalle accuse: "Mi ha fatto entrambe le dosi senza problemi. Non sono un no vax"

C’è anche il nome di Alberto Ferrero, capogruppo in consiglio comunale a Ravenna e coordinatore provinciale di Fratelli d'Italia, nell’elenco di persone a cui la polizia ha sequestrato il Green Pass perché ritenuto falso. Il politico di destra avrebbe fatto il vaccino anti Covid dal dottor Mauro Passarini, il medico 64enne ravennate arrestato lo scorso novembre con l'accusa di aver finto di somministrare il vaccino a diversi pazienti per far avere loro il Green Pass. 

Il consigliere dunque rientra tra i vaccinati da Passarini, nel frattempo sospeso dalla pratica medica, e ha ricevuto la prima dose il 28 settembre scorso, la seconda dopo circa un mese. Cosa che gli ha permesso di accedere alle sedute del consiglio comunale ravennate in presenza, a differenza di altri consiglieri che non si sono sottoposti al vaccino e seguono le sedute in maniera virtuale. 

"Io sono convinto di aver ricevuto il vaccino, anche perché, dopo la seconda dose, sono stato poco bene - ha spiegato Ferrero - Passarini non era il mio medico di base, ma non volevo andare a vaccinarmi all'hub e il mio medico di base non era vaccinatore. In palestra, dal momento che sia io che Passarini pratichiamo arti marziali, ho sentito parlare bene di lui e ho deciso di farmi vaccinare da lui. Mi ha fatto entrambe le dosi senza problemi. Quando è emerso lo scandalo, nessuno mi ha chiamato per sottopormi al test anticorpale, per cui ero tranquillo. In ogni caso mi recherò in Questura e resto disponibile a fare tutti gli accertamenti del caso. Sono 20 anni che mi vaccino contro l'influenza, non sono un no vax. Sono convinto che a breve si chiarirà tutto".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alberto Ferrero: il consigliere di Fratelli d’Italia con il Green Pass falso 

Today è in caricamento