Lunedì, 1 Marzo 2021
Lecce

Alessandro sbanda con l'auto e muore: nel 2016 era sopravvissuto a un incidente in moto

La sua auto è uscita di strada ed è andata a schiantarsi contro una cappella votiva. Due anni fa era sopravvissuto a un altro incidente molto grave

Tragico incidente lungo la provinciale 50 che collega Taviano ed Alezio, nel leccese. Alessandro Nocco, 42enne chef presso un noto albergo di Gallipoli, è morto dopo essere finito fuori strada con la propria auto. Secondo una prima ricostruzione, come scrive Valentina Murrieri su LeccePrima, Nocco avrebbe perso il controllo della propria Smart Fortwo Cabrio, probabilmente a causa dell'asfalto reso viscido dalla pioggia, schiantandosi contro una cappella votiva. L'impatto è stato violento e Nocco è rimasto incastrato nell'abitacolo. Per lui non c'è stato niente da fare ed è morto a causa delle gravi lesioni riportate durante lo schianto.

Gli operatori del 118 hanno potuto soltanto constatarne il decesso e la salma, su disposizione dell’autorità giudiziaria, è stata trasferita presso la camera mortuaria dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, in attesa che al medico legale venga affidato l’incarico per i successivi accertamenti clinici. Soltanto a seguito di maggiori elementi si potrà escludere l’ipotesi di un malore che potrebbe aver colpito il conducente. Sul luogo dell’accaduto, per eseguire i rilievi, i carabinieri della stazione di Taviano. Non vi sono altri mezzi coinvolti. 

Lo chef rimase vittima in un altro grave sinistro appena due anni fa. Il 20 ottobre 2016, in sella alla sua moto, finì contro un'autovettura. Soccorso e poi ricoverato in prognosi riservata nel reparto di Rianimazione, riuscì a riprendersi dal grave trauma cranico.

Si schianta e muore sei giorni dopo l'amico, l'ultimo post su Fb: "Morte vienimi a prendere"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alessandro sbanda con l'auto e muore: nel 2016 era sopravvissuto a un incidente in moto

Today è in caricamento