Sabato, 15 Maggio 2021
Ancona

Lite in famiglia, spara al figlio di 27 anni: il giovane si trascina in camera e muore

La sparatoria è avvenuta questo pomeriggio nella periferia di Senigallia, in provincia di Ancona. Inutili i soccorsi, per il giovane non c'è stato nulla da fare

I carabinieri sul luogo del delitto a Senigallia (Foto da AnconaToday)

Un uomo di 72 anni ha sparato e ucciso il figlio 27enne, Alfredo Pasquini, al culmine di una lite in famiglia avvenuta in una casa isolata alla periferia di Senigallia, in provincia di Ancona. Il ragazzo, gravemente ferito, è riuscito a chiamare i soccorsi, ma quando il personale del 118 è arrivato sul posto, per il giovane non c'era nulla da fare. L'eliambulanza, decollata per soccorrere il ragazzo, è rientrata dopo aver ricevuto la notizia del decesso.

I militari stanno verificando se l'arma era tenuta regolarmente e stanno accertando le cause della lite. Secondo una prima ricostruzione Alfredo, ferito, sarebbe riucito a trascinarsi fino all'interno della casa e a chiamare i soccorsi con le ultime forze. Si è levata in volo un'eliambulanza, ma è stata richiamata subito dopo dalla centrale operativa. Non serviva più, perché il 118, arrivato sul posto insieme a carabinieri e polizia, ha potuto solo constatare il decesso.

Alfredo viveva al piano di sopra della casa. Di sotto abitavano il padre e la nuova compagna, che al momento della tragedia non era presente. Una testimone ha raccontato di aver visto, intorno alle 17,20, il 72enne entrare in auto nel passo di casa, con il figlio che prendeva a calci la macchina. Di lì a poco si è verificato l'omicidio. La madre della vittima ha appreso dell'accaduto poco fa, quando si è recata nell'abitazione. Non ha trattenuto lacrime e urla di dolore. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lite in famiglia, spara al figlio di 27 anni: il giovane si trascina in camera e muore

Today è in caricamento