Venerdì, 23 Luglio 2021
Città Roma

Uccise i due figli gettandoli dalle scale: assolta per vizio totale di mente

Lo scorso anno Alice Sebesta uccise i due figli nel reparto nido del carcere di Rebibbia, in cui era detenuta. Dovrà passare 15 anni in una Rems

Foto Ansa (repertorio)

Assolta per vizio totale di mente. Il 18 settembre 2018 Alice Sebesta uccise i due figli nel reparto nido del carcere di Rebibbia, in cui era detenuta. Aspettò che le altre detenute si mettessero in fila per il pranzo, si avvicinò alle scale della sezione nido del penitenziario romano e scaraventò giù dalla tromba delle scale i suoi due figli.

Per i due piccoli l'impatto al suolo fu devastante. La bimba, sei mesi, morì sul colpo, il maschietto - due anni - morì qualche giorno dopo in ospedale.

Alice Sebesta assolta per vizio totale di mente

Oggi la donna è stata assolta per vizio totale di mente: il gup Anna Maria Gavoni - alla fine del processo con rito abbreviato - ha accolto la richiesta del pm. Dovrà passare 15 anni in una Rems (residenza per l'esecuzione delle misure di sicurezza), struttura sanitaria che accoglie gli autori di reato affetti da disturbi mentali e socialmente pericolosi.

La donna ha fatto delle dichiarazioni spontanee in aula, ricalcano in sostanza quanto detto subito dopo l'atroce delitto: "Non è vero che sono una cattiva madre. Non ho usato alcuna crudeltà, l'ho fatto per salvare i miei figli. A loro penso ogni giorno".

Uscita dall’aula la donna ha abbracciato in lacrime il suo avvocato.

Alice ha ucciso i figli nel carcere di Rebibbia, la difesa choc: "Adesso sono liberi"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccise i due figli gettandoli dalle scale: assolta per vizio totale di mente

Today è in caricamento