rotate-mobile
Sabato, 4 Febbraio 2023
Roma

Si addormenta mentre allatta il figlio in ospedale: neonato muore soffocato

La procura di Roma indaga per omicidio colposo sul dramma: l’ospedale avrebbe dovuto evitare il co-sleeping dopo l’allattamento

La Procura di Roma ha aperto un fascicolo di indagine per omicidio colposo in relazione alla morte di un neonato avvenuto la notte tra il 7 e l'8 gennaio scorso nel reparto di ginecologia dell'ospedale Pertini. Il piccolo sarebbe morto schiacciato dalla madre addormentatasi durante l'allattamento. I pm hanno disposto l'autopsia.

Il piccolo era nato da appena tre giorni. La donna, ora è in stato di shock ma non è indagata. L'ipotesi di reato dell'inchiesta aperta dalla procura di Roma è quella di omicidio colposo contro ignoti e la donna è qualificata come parte offesa. Sarebbe la vittima di un comportamento omissivo o comunque scorretto dal punto di vista professionale e la procura vuole indagare per capire come sia stato possibile che accadesse un fatto tanto grave e tanto prevedibile in un reparto del genere.

Secondo il protocollo il personale dell'ospedale avrebbe dovuto sorvegliare che il neonato venisse riportato in culla dopo l’allattamento. Lo prevedono i protocolli proprio per evitare i danni collaterali del co-sleeping, considerato tra le principali cause di morte dei neonati. Invece secondo quanto ricostruito la donna avrebbe preso il piccolo in braccio nel tardo pomeriggio e l'infermiera in servizio si sarebbe accorta solo dopo la mezzanotte della tragedia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si addormenta mentre allatta il figlio in ospedale: neonato muore soffocato

Today è in caricamento