rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Città Bologna

Troppo fracasso alle lauree: l'Alma Mater proclama in piazza

Lo storico ateneo bolognese pensa ad un nuovo modello per le lauree: la proclamazione in un giorno diverso dalla discussione della tesi. Il motivo? I neolaureati disturbano le sedute ancora in corso

La discussione della tesi di laurea è finita. Anche la proclamazione è avvenuta. Evviva! Ci si allontana un po' dai banchi della commissione e si festeggia con gli amici e i parenti. Applausi, cori da stadio, foto, dolci, spumante da stappare e regali da scartare. Intanto altri studenti, ansiosi come noi pochi minuti prima, stanno discutendo le loro tesi. Ma nessuno sembra accorgersene.

Contro le lauree chiassose e "fracassone", l'Alma Mater di Bologna pensa ad un nuovo modello (già in atto in altri atenei italiani, come la Luiss). Tra le ipotesi ventilate, quella che vede la proclamazione avvenire in giornate diverse dalla discussione, celebrata in 'pompa magna' tutti insieme in piazza Maggiore. Alla maniera dei campus americani.

PROCLAMAZIONI, TUTTI IN TOGA A PIAZZA MAGGIORE - Il Senato accademico ieri ha infatti approvato il nuovo regolamento sulle tesi, che riconosce ad ogni Facoltà la possibilità di spostare le proclamazioni di laurea in altri giorni rispetto alla discussione della tesi. Questo dunque un primo passo verso la papabile 'rivoluzione' delle lauree, su cui è già al lavoro un gruppo di esperti, al cui vaglio sono varie ipotesi. La più accreditata pare essere appunto l'idea di organizzare un'unica cerimonia solenne per le proclamazioni in piazza Maggiore, alla presenza del rettore e con tanto di toga per gli studenti. Un po' come si è già pensato di fare per i dottorati. Insomma, l'Ateneo di Bologna pensa di importare sotto le Due torri il modello inglese e americano. Al momento, resta però ancora solo un'ipotesi. La soluzione nel giro di un paio di mesi.

LAUREE FRACASSONE, DISCUSSIONE E PROCLAMAZIONE IN GIORNI SEPARATI - La prima tappa per frenare le cosiddette lauree fracassone è stata l'approvazione del nuovo regolamento sulle tesi, che prevede alcune restrizioni. La principale, appunto, è dare la possibilità ad ogni Facoltà di organizzare le proclamazioni in giorni diversi dagli esami. Una delle strutture più colpite era la Facoltà di Medicina, dove il preside Sergio Stefoni è corso ai ripari facendo "appello al buonsenso degli studenti" e, soprattutto, minacciando la sospensione degli esami di laurea in caso di troppa confusione o festeggiamenti un po' troppo estremi, come ad esempio il lancio di uova. (da BolognaToday)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Troppo fracasso alle lauree: l'Alma Mater proclama in piazza

Today è in caricamento