rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Città Milano

Travolta e uccisa in bici: l'autista del suv era ubriaco

La giovane Altea Trini, 17 anni, era in bicicletta: travolta e sbalzata a diversi metri. Il conducente del suv è indagato per omicidio colposo

LODI - Un livello di alcol superiore di circa tre volte il limite consentito dalla legge: il conducente del Range Rover che ieri a Casalmaiocco, nel lodigiano, ha travolto e ucciso la scout 17enne Altea Trini sarebbe risultato positivo all'alcol test.

E' emerso dalle analisi svolte in ospedale mezz'ora dopo il terribile incidente. L'uomo, che da una prima ricostruzione stava guidando a folle velocità, è indagato per omicidio colposo, come avviene (per prassi) in questi casi. La sua auto è stata sequestrata.

LA DINAMICA - Il fuoristrada, guidato da un 54enne, ha travolto la vittima mentre stava attraversando la strada provinciale 159. L'automobilista ha frenato, ma ci sono voluti 300 metri, dopo l'impatto, prima che la vettura si bloccasse. L'auto è poi finita in un campo. Inutili i soccorsi: Altea è morta nella serata di domenica all'ospedale Niguarda. Tutto è avvenuto nelle campagne lodigiane, all'attraversamento della Sordio-Bettaola verso Casalmaiocco. Altea, con una quindicina di altri scout, stava tornando da "un'uscita" in bicicletta verso il centro lodigiano. Mentre il gruppo stava attraversando la strada, secondo le testimonianze, il suv è arrivato molto velocemente, accorgendosi solo all'ultimo dei ciclisti. E' stata effettuata, quindi, una brusca svolta a destra: Altea, che chiudeva il gruppo, è stata travolta inesorabilmente. L'impatto è stato violentissimo. Il mezzo, fuori controllo, è finito in un campo, sbalzando anche il corpo inerme di Altea a diversi metri. (da MilanoToday)
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Travolta e uccisa in bici: l'autista del suv era ubriaco

Today è in caricamento