rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Notizie curiose / Roma

"Pronto polizia? Sono un amante in ostaggio sotto il letto: liberatemi"

Incredibile storia: il marito torna a casa in anticipo e l'amante nascosto sotto al letto chiama il 113 per riuscire ad uscire dalla casa

ROMA. L'incubo di ogni amante che diventa realtà: il marito che torna a casa improvvisamente in anticipo e la corsa a nascondersi sotto al letto.

Questo è quanto sarebbe accaduto in un appartamento in via Agusto Dulceri, via nota alle cronache per voragini e crolli e ora, secondo quanto afferma La Repubblica, anche per i guai passionali.

L'amante che rischiava di essere scoperto avrebbe chiamato il 113 dicendo: "Pronto, polizia? Sono in ostaggio sotto a un letto" e quindi ha spiegato di essere l'amante di una donna di quarantanni e di essere bloccato sotto al letto perché il marito, una guardia giurata, era tornato in casa.

Il marito doveva rincasare all'alba, ma per un malore è tornato prima. A quel punto gli agenti sarebbero intervenuti, mentre la moglie è riuscita non farlo entrare in camera da letto.

Con la scusa che gli stavano rubando in macchina, gli agenti avrebbero fatto uscire il marito tradito e fatto scappare l'amante.

Gli agenti avrebbero poi raccontato la verità all'uomo tenendo sorvegliato l'appartamento. (da Roma Today)

Gallery

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Pronto polizia? Sono un amante in ostaggio sotto il letto: liberatemi"

Today è in caricamento